"In alto i calici!"

Su i bicchieri e giù i pensieri, con la Fanfara del Comando della I^ Regione Aerea, per il novantunesimo anniversario della costituzione dell'Aeronautica Militare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Nella serata del 28 Marzo 2014 presso il Centro Logistico e Sportivo di Presidio dell'Aeronautica Militare Italiana, nei pressi dell'Aeroporto "Milano Linate", si è tenuto il Concerto tenuto dalla Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea. Il complesso bandistico, magistralmente diretto dal Maestro Direttore Primo Maresciallo Luogotenente Orchestrale Antonio Macciomei, ha deliziato il pubblico con un programma che ha spaziato da brani operistici a composizioni di ordine contemporaneo. Il concerto è stato naturalmente aperto dalla Marcia d'Ordinanza dell'Aeronautica Militare Italiana composta da Alberto Di Miniello. A seguire una composizione originale per banda dell'ottimo Lorenzo Pusceddu: la marcia celebrativa tratta dalla Suite in tre movimenti scritta per il 525° anniversario della Battaglia di Crevola, dal cui nome deriva il titolo Crebula. Il soprano sudcoreano Kang Hyojin e il tenore italiano Luca Granziera hanno dato lustro al concerto rispettivamente con la romanza Casta diva tratta dall'opera Norma di Giuseppe Verdi e Granada, la bellissima canzone del compositore messicano Ángel Agustín María Carlos Fausto Mariano Alfonso Rojas Canela del Sagrado Corazón de Jesús Lara y Aguirre del Pino (meglio noto come Agustín Lara: i due hanno poi cantato, sempre accompagnati dagli ottimi musicisti della Fanfara, Libiam ne' lieti calici tratta dall'opera La Traviata di Giuseppe Verdi. Dopo una breve pausa, il concerto è ripreso con una trascinante esecuzione di un poutpourri musicale tratto dalla colonna sonora che Leonard Bernstein compose per il film e per il musical West Side Story, l'entusiasmante medley Queen in concert​ di Jay Bocook - contenente richiami ai brani Another one bites the dust, Bohemian Rhapsody, We are the champions e We will rock you della rock band britannica dei Queen - e il suggestivo Santana, a portrait in cui Giancarlo Gazzani ha racchiuso Flor d'Luna, Oye como va, Europa e Smooth in omaggio al noto chitarrista . Applausi scroscianti, dopo il brano conclusivo del programma, in particolare per la Tromba solista del Primo Aviere Fabio De Sario e per il Clarinetto solista Primo Aviere Nicolò Molinini, che hanno suonato un'altra suggestiva canzone di Agustín Lara (di cui ci e vi risparmiamo il nome completo di cui sopra) dal titolo La Virgen de la Macarena​. Il Maestro Macciomei, convinto dagli applausi scroscianti che il numeroso pubblico ha tributato all'intero complesso musicale della Fanfara del Comando della Prima Regione Aerea e dalle ripetute richieste di bis, ha chiesto ai suoi uomini di regalare ai fortunati spettatori un brano fuori programma: la divertente Tequila di Daniel Flores alias Danny Flores alias Chuck Rio. Tutti in piedi, infine, per Il canto degli Italiani di Michele Novaro, inno nazionale della Repubblica Italiana dal 1946. A tutti gli artisti, musicisti militari e cantanti "civili", sono stati nuovamente tributati applausi a non finire da parte degli astanti, quale segno evidente di apprezzamento per il concerto di altissimo livello cui hanno avuto il privilegio di assistere. Il Generale di Squadra Aerea Mario Renzo Ottone, che dal 1 luglio 2013 ha assunto il Comando della 1^ Regione Aerea e del Presidio Militare di Milano, può sicuramente sentirsi compiaciuto e orgoglioso dei suoi uomini che fanno parte della Fanfara. Al termine del concerto si è personalmente complimentato con loro - unitamente al dottor Adriano Alessandrini, Sindaco del comune di Segrate (MI), e alle altre autorità civili e militari presenti - durante il brindisi in onore del 91° Anniversario di costituzione dell'Aeronautica Militare che ha concluso definitivamente la serata. Ringraziamo il nostro "inviato" Andrea Gigante per l'ottimo e dettagliato resoconto del concerto, inviatoci per email, da cui abbiamo tratto questo "comunicato" e Stefania Autiello per le fotografie.

Torna su
MilanoToday è in caricamento