Ken Segall il collaboratore pubblicitario di Steve Jobs a Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Doveva essere una semplice videointervista a distanza, e invece sarà molto di più: Ken Segall, creativo di fama mondiale, per anni collaboratore di Steve Jobs presso NeXt e Apple, chiuderà in prima persona i lavori del festival del linguaggio parole nuove per la comunicazione.

Si tratta della prima visita di Ken Segall in Italia dedicata ai suoi anni di lavoro in Apple. Segall è tra gli autori della leggendaria campagna pubblicitaria "Think different", ideatore della piccola "i" che caratterizza moltissimi prodotti Apple dall'iMac in poi, autore di "Simply Apple - L'ossessione di Steve Jobs" (Sperling & Kupfer). Al festival del linguaggio racconterà con aneddoti ed esempi l'importanza della semplicità per una comunicazione di successo.

"festival del linguaggio parole nuove per la comunicazione" è l'appuntamento gratuito di Parlarealmicrofono.it per migliorare la dizione e imparare a parlare in pubblico. Si terrà il 17 e 18 ottobre a Fieramilanocity, nel contesto di ExpoTraining, con due giorni di workshop che, oltre a Ken Segall, vedranno alternarsi grandi nomi della comunicazione e dell'innovazione.

Ideato e condotto da Patrick Facciolo, speaker di Radio Italia solomusicaitaliana e insegnante di dizione e comunicazione al microfono, il festival del linguaggio è un'iniziativa di formazione inedita e gratuita, all'interno della quale troveranno spazio dieci workshop interamente dedicati ai temi della dizione e del public speaking, tenuti da alcuni fra i più importanti esperti del settore.

I temi della semplificazione del linguaggio e del cosiddetto "aziendalese" saranno al centro dell'intervento di Massimo Arcangeli, docente di linguistica italiana all'Università di Cagliari, sociologo della comunicazione e direttore de L'Antiburocratese, una nuova rubrica inaugurata dall'Osservatorio della Lingua della casa editrice Zanichelli.

Paolo Audino, compositore e paroliere, già allievo di Mogol, ha all'attivo collaborazioni con i nomi più importanti della musica leggera italiana. Nella sua carriera ha scritto per Luca Barbarossa, Andrea Bocelli, Adriano Celentano, Mina e Amedeo Minghi. Interverrà in un workshop dedicato alle scelta delle parole più efficaci per comunicare.

La storia della dizione e la sua opportunità nei contesti di Public Speaking saranno al centro del workshop con Tommaso Francesco Borri, coautore con Piero Fiorelli della nuova edizione multimediale del Dizionario d'Ortografia e di Pronunzia (DOP), il libro di riferimento in Italia per i professionisti e gli appassionati della dizione, edito da RAI-ERI.

L'ingegner Giovanni De Sandre, fra i progettisti della mitica Olivetti Programma 101 (da molti considerata il primo esempio di "personal computer" al mondo), parlerà in un'intervista dello sviluppo di questa invenzione, e di come sia stato possibile semplificarne il linguaggio di programmazione per renderla uno strumento di utilizzo quotidiano.

Ultimo, ma non per importanza, l'intervento imperdibile con Ken Segall, venerdì 18 ottobre alle 16.30. La traduzione del workshop sarà curata direttamente in sala dall'interprete Pier Franco Donovan, traduttore di molti libri di successo e per anni collaboratore del poeta Mario Luzi.

I posti a sedere per le varie conferenze sono limitati, e si possono richiedere fino a esaurimento sul sito www.parlarealmicrofono.it/festival, dov'è anche possibile trovare informazioni sempre aggiornate sulla rassegna.

L'edizione 2013 del festival del linguaggio parole nuove per la comunicazione è sponsorizzata da Ricola, azienda svizzera che continua a produrre tutte le sue specialità seguendo la tradizionale ricetta a base di 13 erbe ma con lo sguardo sempre attento verso il futuro e l'innovazione.

Torna su
MilanoToday è in caricamento