Eventi Porta Magenta

Festival video sound art: aperti due bandi per artisti milanesi

Video Sound Art festival è nato con lo scopo di reperire nuovi spazi espositivi a favore dei giovani creativi. Il festival, incentrato sull’utilizzo delle nuove tecnologie in campo artistico, propone un dialogo multidisciplinare spaziando dalla raccolta dati alle live perfomance, dalla motion graphic al teatro danza. Le opere selezionate, non riconducibili ad un unico settore creativo, sono esempi meritevoli dell’apporto che le nuove frontiere dell’universo digitale possono regalare al gusto e all’estetica di artisti.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Video Sound Art, il festival che unisce i diversi linguaggi dell'arte con il mondo della tecnologia, ospite per il secondo anno al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "L. Da Vinci" di Milano, in occasione della V edizione torna a selezionare giovani artisti attraverso la diffusione di due bandi di chiamata - Open Call Video e Open Call Sound - con l'obiettivo di premiare le creazioni di nuovi talenti, proponendosi come un'alternativa ai circuiti distributivi tradizionali.

Il tema della chiamata THE MAN INTO THE MAP, inaugurato nel 2014, guida anche quest'anno le selezioni e le nuove produzioni del festival durante il quale verrà dato ampio spazio alle visioni dei giovani artisti attraverso l'esposizione dei lavori meritevoli.
THE MAN INTO THE MAP è un invito ad indagare il rapporto tra uomo e mappa, ponendo l'individuo al centro dell'opera. Le mappe sono diventate negli ultimi 15 anni uno dei principali strumenti espressivi. Gli artisti scompongono l'idea di neutralità che è alla base delle cartografie e, attraverso personali rappresentazioni, danno vita ad una vasta raccolta di opere raffiguranti itinerari e territori personali. Mappe geografiche, metropolitane, cartografie concettuali, interattive, raccolta dati, mappature sonore. "Artists make maps".

Quest'anno, e per la prima volta, Video Sound Art intende promuovere anche i giovani talenti musicali e propone un doppio bando di chiamata: il primo, come di consueto, legato alle arte visive, e il secondo alla musica.

I partecipanti all'Open Call Video, alla sua V edizione, potranno utilizzare facoltativamente una libreria composta da 12 video selezionati dall'archivio Prelinger, una collezione di filmati sulla vita culturale e sociale del Nord America tra gli anni 30' e fine anni 50'.
I candidati potranno realizzare un lavoro personale nella tecnica che riterranno più opportuna, utilizzando parti dei video selezionati o intendendoli semplicemente come fonte di stimolo concettuale.
Tra le cagorie: data visualization, editing ed effetti speciali, interactive design, motion graphic, videomapping, animazione, performance live e interattive, installazioni.

Per la prima edizione dell'Open Call Sound è stata appositamente realizzata una libreria di 12 campioni nati da una interpretazione del tema THE MAN INTO THE MAP.
I partecipanti sono invitati a utilizzarne da 1 a 5, ed elaborarli con la massima libertà attraverso gli odierni software di produzione musicale per realizzare un lavoro sonoro personale che si ispiri concettualmente al tema proposto.

I lavori potranno essere candidati direttamente attraverso l'homepage del sito del festival sulla quale si osserverà la formazione e la crescita di una mappa che illustrerà le anteprime dei progetti e le connessioni tra utenti e librerie. Una sorta di piattaforma partecipativa che prende vita e si trasforma con gli artisti e i loro lavori.

Il bando terminerà il 5 giugno alle ore 12:00. I lavori selezionati saranno esposti all'interno di Video Sound Art Festival 2015 che si svolgerà nel mese di luglio, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "L. Da Vinci" di Milano.

Il tema dell'Open Call guiderà inoltre gli appuntamenti di produzione artistica della Temporary Academy, inaugurata nel dicembre 2013 con la finalità di promuovere i progetti di giovani creativi e concepita come un circuito virtuoso, nel quale i partecipanti sono invitati a misurare le proprie conoscenze nella realizzazione di opere creative a contatto con professionisti e operatori del settore.
Temporary Academy è un programma di formazione e un luogo dedicato alle nuove produzioni che si rivolge a giovani e si avvale della collaborazione di innovativi motion grapher, interactive designer, sound designer, illustratori, fotografi, videomaker, coreografi, registi, animatori, programmatori.

Tra tutti i lavori visionati dalla giura verranno selezionati da 1 a 3 produzioni che saranno esposte per una settimana intera al museo durante la quinta edizione del Festival. Il lavoro più interessante, infine, riceverà un riconoscimento economico e la possibilità di partecipare a tre workshop facenti parte della Temporary Academy 2015/2016

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival video sound art: aperti due bandi per artisti milanesi

MilanoToday è in caricamento