Artigiano in Fiera 2020: l'evento torna da sabato 5 a domenica 13 dicembre e sarà gratis

La sicurezza sanitaria sarà garantita attraverso l’introduzione di un protocollo volto a tutelare la salute di tutti i lavoratori e visitatori. I visitatori riceveranno un pass gratuito di un giorno

La fiera nelle scorse edizioni

Artigiano in Fiera si farà. GeFi Gestione Fiere Spa annuncia che la venticinquesima edizione sarà da sabato 5 a domenica 13 dicembre 2020, a Fieramilano (Rho-Pero), tutti i giorni dalle 10 alle 23. Punto di riferimento per la valorizzazione dell’artigianato italiano e internazionale, anche quest’anno la manifestazione metterà al centro la qualità delle arti e dei mestieri, dimostrando – come recita il claim scelto per la venticinquesima edizione - che un nuovo futuro è possibile. Artigiano in Fiera 2020, dunque, sarà la prima grande fiera B2C post-covid all’insegna di tre parole d’ordine: ripartenza, sicurezza e responsabilità.

“L’uomo al lavoro, con tutta la sua carica di positività, bellezza e bontà, è il simbolo ideale della voglia di ripartire da parte della piccola impresa italiana. Siamo al lavoro - spiega il presidente di GeFi, Antonio Intiglietta - per creare un modello di fiera in grado di garantire una fruizione sicura e ancora più godibile da parte del pubblico. Visitare o lavorare in Artigiano in Fiera 2020 presupporrà il rispetto di poche e semplici regole di convivenza comune, consapevoli che il contributo di ognuno sarà determinante per vivere al meglio l’esperienza dell’evento”. 

Come sarà garantita la sicurezza alla Fiera?

La sicurezza sanitaria sarà garantita attraverso l’introduzione di un protocollo volto a tutelare la salute di tutti i lavoratori e visitatori: le entrate e le uscite ai padiglioni saranno separate per evitare assembramenti, le corsie principali interne ai padiglioni verranno ampliate fino a 5 metri, ci sarà diffusa disponibilità di dispenser igienizzati e gli ambienti verranno costantemente sanificati, con particolare attenzione ai servizi igienici. Non solo. Ogni lavoratore ed espositore dovrà presentare un'attestazione che certifichi la negatività al covid-19 non oltre le 72 ore precedenti all'inizio della manifestazione.

Per quanto riguarda il controllo dei flussi del pubblico, a partire dal 30 ottobre ogni visitatore dovrà  necessariamente registrarsi sul sito arigianoinfiera.it e indicare il giorno nel quale intende effettuare la visita in fiera. Quest’informazione permetterà di prevedere e orientare i flussi evitando ed eventualmente  adeguando i picchi di afflusso. Tutti i visitatori riceveranno un pass gratuito (personale e giornaliero) per l’accesso all’evento e saranno sottoposti ai controlli di sicurezza e della temperatura corporea. In tutto il quartiere fieristico, per espositori, lavoratori e visitatori, vigerà l’obbligo della mascherina. 

Mai come quest’anno la possibilità di raggiungere la fiera sarà semplice, fluida e facilitata: la disponibilità totale di parcheggi sarà di oltre 13mila posti auto, destinati ai visitatori di Artigiano in Fiera che beneficeranno di una tariffa fissa di 6,00 euro al giorno. Oltre alla possibilità di raggiungere la manifestazione con i mezzi pubblici (metropolitana M1 e passante ferroviario), sarà attivato un nuovo servizio di trasporto che permetterà a chiunque di raggiungere il polo fieristico da casa e di farvi ritorno al termine della visita.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento