Eventi Duomo

Fotografare la commedia

Forma Meravigli ospita la II edizione del Premio di fotografia per le Scuole Superiori che invita a fissare la Commedia di Dante in fotografia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Le terzine della Commedia dantesca sono come fotogrammi: con l'accostamento di poche parole sprigionano una straordinaria forza poetica e immaginativa. Da questa intuizione, discussa sui banchi di scuola tra alcuni studenti e docenti del Liceo Classico e Artistico della Fondazione Sacro Cuore di Milano, è nato il premio di fotografia per le scuole superiori Fotografare la Commedia, che invita a fissare la Commedia in fotografia: un'inedita contaminazione tra la potenza poetica di Dante, che ancora affascina e sa farsi ascoltare, e la fotografia, strumento espressivo che con la sua immediatezza e la sua forza si impone come medium del nostro tempo. I lavori di oltre 70 ragazzi provenienti da 8 scuole tra statali e paritarie di Milano, Como, Lissone, Legnano e Bogotà, che hanno partecipato a questa seconda edizione nelle due sezioni in gara - FOTOGRAMMA, un'immagine associata ad un frammento di poesia, e STORIA, tre immagini per descrivere un canto, un episodio o un personaggio del poema - saranno valutati e premiati il prossimo lunedì 29 maggio alle ore 18.30 presso lo Spazio Forma Meravigli in via Meravigli 5 a Milano, che ospiterà una mostra temporanea delle fotografie dei vincitori. Gli studenti potranno così confrontarsi con esperti e professionisti di grande livello, che compongono la giuria del Premio Fotografare la Commedia: Roberto Koch, Presidente di Fondazione Forma per la fotografia, Giancarlo Alessio, Professore di Filologia medievale dell'Università di Venezia Ca' Foscari, Donato Pirovano, Professore di Filologia italiana dell'Università di Torino, Paolo Borsa, Docente di Letteratura italiana dell'Università degli Studi di Milano, il filologo e poeta Daniele Piccini, i fotografi Marco Introini e Alessandra Lanza, e la photo editor Laura Davì, che nelle fasi inziali del Premio hanno guidato seminari per introdurre i ragazzi alla specificità del linguaggio poetico dantesco e della fotografia. "Iniziative come Fotografare la Commedia - afferma Simone Invernizzi, docente di Italiano della Fondazione Sacro Cuore e tra gli ideatori del Premio - permettono alla scuola di aprirsi ad altri mondi, e stimolano i ragazzi ad una lettura più attenta e partecipe della Commedia ma anche ad un uso della creatività al servizio di un'esigenza espressiva sia personale che di alto spessore culturale. Ci auguriamo che questo Premio possa essere un aiuto in più, che si aggiunge ai tradizionali strumenti del mestiere, per ottenere quello che tutti, studenti e professori, desiderano entrando in classe ogni mattina: conoscere sé stessi e conoscere il mondo". FOTOGRAFARE LA COMMEDIA Premiazione e mostra temporanea delle opere di finalisti e vincitori Lunedì 29 maggio 2017, ore 18.30 Forma Meravigli Via Meravigli 5, Milano INGRESSO LIBERO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento