Gianni Emilio Simonetti: a fluxevent

Gianni Emilio Simonetti
A Fluxevent

Galleria Conceptual
4 ottobre 2018 - 3 novembre 2018
Vernissage: giovedì 4 ottobre ore 18



Galleria Conceptual è lieta di presentare la mostra personale di Gianni Emilio Simonetti, uno tra gli artisti più originali e imprevedibili apparsi sulla scena dell’arte dagli inizi degli anni Sessanta.
Musicista, pittore, scrittore ma anche teorico, curatore e performer, Simonetti ha compiuto le sue ricerche sfuggendo ai più definiti generi andando a esplorare il più ampio campo dell’interdisciplinarità. La sua è sempre una presa di distanza dall’arte come rappresentazione del Lebenswelt (il mondo della vita), in favore della sua sublimazione a concetto, a performance, a sperimentazione pura.
Ha partecipato all’Internazionale Situazionista di Guy Debord e a numerosi eventi Fluxus, movimenti che lo hanno portato a incrociare tra loro i più svariati linguaggi. Le sue opere, fortemente influenzate dal lavoro di John Cage, sono il risultato di un pensiero critico potentissimo che si concentra sul processo stesso di gestazione dell’opera, più che sul risultato finale. Ma, allo stesso tempo, le sue tele o le sue carte non mancano di poesia, di cura dei dettagli, di sapiente equilibrio tra forme e colori, vantando una pulizia del segno che avvicina la sua estetica a una sapiente grafica. Sul dialogo continuo con la musica e la performance si basa gran parte della sua ricerca artistica, che oltre alle arti visive ha spaziato dal cinema sperimentale alla cucina. Per lui l’arte è un insieme di percorsi, un viaggio di cui non si conosce la meta. In ultima istanza, ciò che conta per Simonetti è l’intenzione e non il prodotto finale, l’azione in se stessa in quanto flusso di eventi che si succedono. Ma per lui l’arte non è mai separata dall’impegno sociale, intento in cui risiede tutto il suo sforzo e il suo lavoro: “Ho sempre cercato - dice l’artista - di favorire l’irruzione del politico nelle arti a dispetto dell’arte”.
Simonetti vuole svelare la crudeltà del banale attraverso la mutazione del senso, il détournement, il disvelamento, con performance imperfette che sfuggono a ogni predeterminazione e che raccolgono l’eredità Fluxus.
Fine ultimo della sua pratica è la sperimentazione in quanto trasformazione, anche politica, degli individui.
In mostra una selezione di lavori che ripercorrono il filo della sua ricerca, tra opere su carta, tele degli anni ’60 e fotografie d’azione, oltre a un’installazione a pavimento.
Durante la serata inaugurale si terrà un concerto Fluxus e, successivamente la performance Fluxusfood nell’elegante cortile adiacente allo spazio espositivo.
In occasione della mostra Simonetti ha realizzato un nuovo libro d’artista dall’esplicito titolo Memorandum (in vendita in galleria oppure online su www.conceptual.it).




Via Mameli 46, 20129 Milano
+39 02 70103941
info@conceptual.it
www.conceptual.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • A Milano "Real Bodies": la mostra con 500 cadaveri e organi, spazio (anche) agli animali

    • dal 6 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019
    • Spazio Ventura XV
  • Modigliani a Milano: una straordinaria esperienza sensoriale, biglietti scontati

    • dal 20 giugno al 4 novembre 2018
    • Mudec
  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio al 31 dicembre 2018
    • Cà Granda

I più visti

  • Cripta di San Sepolcro a Milano, la magia dell'apertura notturna: le visite 2018

    • dal 21 agosto 2017 al 30 settembre 2018
    • Cripta di San Sepolcro
  • Tutto pronto per la "Maratona della birra": si deve bere una media ogni 4 chilometri. Le info

    • 28 settembre 2018
  • A Milano "Real Bodies": la mostra con 500 cadaveri e organi, spazio (anche) agli animali

    • dal 6 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019
    • Spazio Ventura XV
  • Torna il Cinema Bianchini: dall'11 maggio film sui tetti della Galleria

    • dal 11 maggio al 15 ottobre 2018
    • Highline Galleria
Torna su
MilanoToday è in caricamento