La storia dell’Atlantic Records raccontata da Gianni Del Savio

Aretha Franklin, Duke Ellington, Ray Charles, John Coltrane, Charles Mingus, Wilson Pickett, Solomon Burke, Led Zeppelin, Cream sono soltanto alcuni dei grandi artisti che hanno segnato l’epopea dell’Atlantic Records a cui sarà dedicata la retrospettiva a cura di Gianni Del Savio a Zig Zag, San Donato Milanese (via Libertà, 10, telefono 025272125), sabato 14 settembre, ore 17. Una storia che risale agli anni quaranta, quando negli Stati Uniti vedono la luce alcune etichette discografiche che contribuiscono a rinnovare e rivoluzionare il mercato. Portano i nomi di Chess, Vee Jay, Kent, Specialty, Duke, Modern, e Atlantic che con il loro lavoro trasformano, ancora di più, la cultura musicale, portando alla luce o dando vita a una vasta gamma di generi e sottogeneri. Tra queste leggendarie etichette indipendenti, anche in considerazione del ruolo determinante avuto nel dare spazio alla creatività e ai gusti delle giovani generazioni, fino ad allora inespressi o soffocati dalla produzione delle principali case discografiche, i decenni passati assegnano all’Atlantic il peso storico e culturale più ampio e significativo. Fondata nel 1947, l’etichetta di New York vanta un catalogo che tocca i generi più disparati jazz, gospel, rhythm and blues e rock’n’roll, soul, funky, pop, con un elenco impressionante di artisti di altissimo livello, siano essi autori, interpreti, musicisti o produttori. Come scrive Peter Guralnick in Soul Music (Arcana Editrice): “la Atlantic come quasi tutte le case indipendenti nacque da un entusiasmo, da un’autentica passione per la musica. Ma, fatto più singolare per quell’epoca, a fare la sua forza contribuì una miscela di creatività imprenditoriale, raffinatezza culturale, fiuto negli affari e buon gusto; tale miscela è rara in qualsiasi campo ma praticamente sconosciuta nell’industria discografica. Anziché limitarsi a seguire le mode, che affioravano di volta in volta, o inondare il mercato con un torrente indifferenziato di prodotti, nella speranza che qualcosa sfondasse, l’Atlantic percorse la propria strada particolare”. Partendo dai quarantacinque giri e poi via via tutti gli altri supporti fonografici renderanno l’Atlantic una delle etichette discografiche più importanti di sempre. Come tutti gli incontri di Zig Zag, l’ingresso è libero e gratuito con degustazione enologica finale, si raccomanda la puntualità.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Milano, nell'ex area del Mercato Metropolitano arriva il Wunder Temporary Market

    • Gratis
    • dal 15 luglio al 17 ottobre 2020
    • Ex Scalo Porta Genova
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 18 ottobre 2020
    • Palazzo Reale
  • Chagall, Gauguin e Matisse: la nuova mostra al Museo Diocesano

    • dal 21 febbraio al 4 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Mare Culturale Urbano, il nuovo programma di eventi e concerti dopo il lockdown

    • Gratis
    • dal 15 giugno al 4 ottobre 2020
    • Mare Culturale Urbano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    MilanoToday è in caricamento