Giulia Penza torna sul palco

La giovane cantante Giulia Penza durante una delle sue esibizioni al programma televisivo "The Voice"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Anche Giulia Penza salirà sul palco sabato 5 ottobre in occasione del tributo al cantautore Alessandro Bono. "Sono felice di poter partecipare - spiega Giulia Penza - ad un evento in ricordo di un bravo cantautore. Mi piace l'idea di condividere il palco con importanti nomi della musica italiana, sarà un'esperienza in più da aggiungere al mio percorso".

UN AMICO COME ME
Serata tributo in ricordo di Alessandro Bono
Si terrà sabato 5 ottobre 2013 alle 21:30 il secondo appuntamento di Un
amico come me, la serata tributo organizzata per ricordare il cantautore
Alessandro Bono. Dopo il successo del primo incontro nel 2012, a ospitare
l'evento sarà il palco del Voiceclub di Corsico, in Viale Italia 55 (angolo Via
Togliatti).

I musicisti di Alessandro (Pietro La Pietra, Paolo Bolio, Paolo Saraceno e Max
Furian) accompagneranno i vari artisti che canteranno le sue canzoni: da Lalla
Francia a Valentina Gautier, passando per Giulia Penza, Ivano Conti, Marco
Baroni, Simona Rae, Francesco D'Acri, Emanuele Cavallari e Edo Pop. Gli
ospiti della serata sono Ricky Gianco, Mario Lavezzi e Massimo Morini.
Le canzoni saranno accompagnate da un ricordo dei vari partecipanti, alternate
alla proiezione delle testimonianze di chi ha aderito all'evento come Marco
Biancolella, Grazia Di Michele, Giulia Fasolino, Monica Magnani, Andrea
Mingardi, Flavio Piantoni, Platinette, Massimo Priviero ed Enrico Ruggeri.
L'organizzazione dell'evento è stata curata da Marco Bergamo, Giulia Benotto,
Ivano Conti e Marco Annicchiarico in collaborazione con RdRock.it,
MantraSound, Cane Giallo Entertainment, Tu.Ma.Art e la famiglia di
Alessandro.
Sarà un'occasione per rileggere la straordinaria forza interpretativa di
Alessandro Bono, che ha saputo descrivere con grande incisività il disagio di
una generazione in cerca della propria strada.

Torna su
MilanoToday è in caricamento