menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Porta Nuova (Milano) l'Albero dei ghiacci, un'incredibile installazione a tema artico

L'installazione sarà visibile fino al 17 gennaio 2020 e si trova in Porta Nuova

La prima edizione di ILLUMINA accende la luce sul riscaldamento globale: Enel, in seno al suo nuovo progetto #EnelInCircolo, presenta l’opera ideata da AADV Entertainment. “Forse quella contro il cambiamento climatico sarà una lotta che non finirà mai, ma quel che conta è che l’inversione di rotta sia iniziata”, dicono gli ideatori dell’installazione. In linea con il concept del progetto è Enel che, in qualità di Presenting Sponsor, promuove questa prima edizione di ILLUMINA nell’ambito del programma #EnelInCircolo, un percorso fatto di iniziative e progetti attraverso i quali si impegna a concretizzare la sua idea di "economia circolare" contribuendo ad un futuro più sostenibile, innovativo, smart.

Dai paesaggi artici all’area verde più iconica di Milano: per un mese, dal 18 dicembre al 17 gennaio 2020, una costruzione magica e surreale racconta le ambientazioni artiche e subartiche con il linguaggio interpretativo dell’urban light art. Un’opera visiva e sonora realizzata senza sprechi, con materiali destinati al riciclo e al riutilizzo: strutture poligonali imponenti emergeranno dalle zone verdi, lo spazio circostante si specchierà sulle superfici scultoree e riflettenti di grandi orsi polari, giochi ed effetti di luce creeranno atmosfere suggestive e sullo sfondo i suoni della natura delle regioni più fredde del globo.

Ad accogliere i visitatori all’ingresso di quest’ambientazione l’Albero dei Ghiacci, una struttura poliedrica dai profili luminosi ispirata ai boschi del profondo Nord, che nella stagione invernale si ricoprono di un manto bianco e cristallino di spessa coltre di neve. L’Albero dei Ghiacci rientra nell’iniziativa Il Natale degli Alberi, a cura del Comune di Milano. Un’opera costruita senza sprechi, con materiali destinati al riciclo e al riutilizzo: tutti gli scarti generati dalla lavorazione dei materiali impiegati nell’opera sono stati riutilizzati e diventati parte dell’installazione stessa.

A fine evento i manufatti saranno resi disponibili al riutilizzo in altri contesti con l’obiettivo di proseguire l’iniziativa di sensibilizzazione. Il progetto illuminotecnico è stato sviluppato con l’utilizzo esclusivo di led ad alta efficienza energetica. Metafora di un messaggio importante, quello dell’attenzione alla battaglia che si combatte ogni giorno per la salvaguardia dell’ambiente, l’installazione si erge imponente e inaspettata, al centro di una Milano energica e coraggiosa, pronta a guardare al futuro in maniera più green e sostenibile. In collaborazione con BAM - Biblioteca degli Alberi Milano, un progetto della Fondazione Riccardo Catella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento