Kebec-lepage, ritratti ambienti

Il Quebec, una regione che con grande sensibilità ha legiferato per prima a favore del benessere e dei diritti degli animali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

“KEBEK-Lepage, Ritratti e Ambienti” è la mostra fotografica dedicata al regista e interprete franco-canadese Robert Lepage e alla sua terra. I suggestivi scatti di Marzio Emilio Villa saranno esposti nella sede centrale dell’Università Statale di Milano, nell’ambito della manifestazione Book City 2019, a partire dal 14 novembre. L’azienda Natural Code, che produce alimenti naturali per animali domestici, ha scelto di supportare questa iniziativa culturale, volta a valorizzare gli spazi naturali di una regione, il Québec, che, con grande sensibilità, ha legiferato per prima a favore del benessere e dei diritti degli animali, considerandoli non più come beni, ma come esseri con bisogni essenziali. Secondo la legge B-3.1, (Récueil des lois et des règlements du Québec-2015) sul benessere e diritti degli animali, approvata in Quebec nel 2015, infatti, gli animali non sono più considerati come beni mobili, ma come esseri con bisogni essenziali. Tra i bisogni essenziali che il proprietario è tenuto a garantire la legge cita: acqua sufficiente e alimentazione di buona qualità, un ambiente pulito, con luce sufficiente e spazio adeguato per muoversi liberamente senza farsi male, protezione contro il caldo o il freddo eccessivo, cure mediche e modalità di trasporto adeguate. La legge stabilisce anche la necessità di garantire all’animale protezione e sollecito intervento in caso di dolore acuto, ansie e sofferenze, lesioni gravi e abusi. In Italia, un’indagine realizzata da Doxa per la XII° edizione del Rapporto Assalco 2019 (Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia) evidenzia quanto, in particolare nei proprietari di cani e gatti, sia in forte aumento la richiesta di riconoscimento dei diritti degli animali da compagnia. L’81% degli italiani riconosce infatti negli animali da compagnia degli esseri senzienti e il 73% degli abitanti del Bel Paese ritiene sia un passo necessario riconoscerli e tutelarli nella nostra Costituzione. In questo contesto, offrire agli animali domestici alimenti gradevoli e di qualità è estremamente importante. Se fino a qualche decennio fa la maggior parte degli animali di casa veniva nutrito con quello che capitava, oggi stiamo assistendo a un processo di umanizzazione dei pet soprattutto per il modo in cui vengono tenuti in considerazione all’interno della famiglia. Da qui l’importanza di provvedere con grande cura alla loro alimentazione.

Torna su
MilanoToday è in caricamento