La giovane cantante soul/jazz cubana Daymé Arocena al Biko

Venerdì 15 aprile arriva al circolo arci Biko di Milano la cantante, compositrice, arrangiatrice, direttrice di coro e band leader, Daymé Arocena che, a 22 anni, è già un talento di riferimento della musica cubana e, a parte le influenze della tradizione del suo Paese, è considerata un astro nascente del jazz e del neo-soul.

Cresciuta in una famiglia in cui la musica è sempre stata in primo piano, Daymé Arocena canta da sempre e spesso ricorda come a soli quattro anni, in giro per il suo quartiere, cantasse come una "rumbera", tanto che ancora oggi la sua musica conserva influenze della rumba. A otto anni arriva la prima vera e propria ribalta, quando appare sulla tv nazionale cubana per cantare Let it Be con il coro D'Senitos, che l'ha introdotta alle canzoni anglosassoni.

A quattordici anni vince il premio Marti y el Arte e diventa la voce principale di una big band, Los Primos: questa esperienza le apre una volta per tutte le porte del jazz, a partire dalla passione viscerale per le voci classiche come Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Nina Simone ma anche come la brasiliana Elis Regina. Passa poco tempo e arrivano le attenzioni dei grossi nomi della scena jazz mondiale, prima Winton Marsalis, che le propone di realizzare insieme una versione del classicoBesame mucho, poi la canadese Jane Bunnett, esperta di musica cubana, che la invita a Toronto per il Sistering Festival e poi la sprona a formare la band Maqueque, che unisce le Alami, gruppo tutto al femminile fondato da Daymé, con i grossi nomi del jazz cubano. Da qui, le attenzioni internazionali si moltiplicano.

François Renié, direttore della comunicazione di Havana Club e fondatore della piattaforma Havana Cultura - deputata alla promozione globale della creatività cubana contemporanea - la incontra insieme a Gilles Peterson, la cui etichetta, Brownswood Recordings, co-produce proprio gli album della serie Havana Cultura. Visto che Daymé, all'epoca, è ancora una teenager, i due lasciano passare qualche anno prima di coinvolgerla nel progetto Havana Cultura Mix in cui proprio Peterson seleziona produttori musicali da ogni parte del mondo per incidere un album con musicisti cubani. Daymé, dopo le audizioni, viene scelta per figurare in tre brani e Peterson la invita a Londra per il lancio live del disco. Anche dal successo di questa esibizione nasce 'idea di farle registrare un disco solista per Brownswood e Havana Cultura. Così nasce Nueva Era (Brownswood Recordings) che esce a giugno 2015 e segna il debutto ufficiale di questo talento già celebrato dalle testate giornalistiche di mezzo mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Un nuovo tour degli Slipknot in arrivo nel 2020. La tappa di Milano a febbraio

    • 11 febbraio 2020
    • Mediolanum Forum di Assago
  • Pink Floyd, uno speciale concerto tributo con l'orchestra de LaVerdi

    • 26 gennaio 2020
    • Auditorium di Milano
  • “Stravinsky in Jazz”: un concerto di cinque jazzisti in arrivo alla Camera del Lavoro

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Camera del Lavoro

I più visti

  • A Milano la maxi mostra dei Lego: intere città e mondi ricostruiti

    • dal 11 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo della Permanente
  • A Palazzo Reale una mostra con opere di Picasso, Monet e Gauguin provenienti dal Guggenheim di New York

    • dal 17 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Reale
  • 'Nikola Tesla Exhibition': a Milano arriva la mostra con spettacolari fulmini artificiali 'indoor'

    • dal 5 ottobre 2019 al 22 marzo 2020
    • Spazio Ventura XV
  • Il Giappone a Milano: a ottobre due mostre sul Sol Levante

    • dal 1 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Mudec
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento