rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Eventi

Inaugurati a Legnano i “Progetti del cuore”

In arrivo un mezzo per la Protezione Civile Alberto da Giussano Odv di Legnano, attrezzato per il trasporto di persone anziane e con disabilità motorie

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Partono anche su Legnano i “Progetti del Cuore”, con l’intento di offrire un nuovo servizio di trasporto gratuito alla Protezione Civile Alberto da Giussano ODV Il progetto prevede la realizzazione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per tutti i servizi di pubblica utilità, che servirà per lo spostamento degli operatori di Protezione Civile durante le necessità giornaliere e le loro attività di sostegno e aiuto alla popolazione, ma soprattutto per la prima volta verrà messo a disposizione di Associazioni di Volontariato del territorio, il tutto coordinato attraverso un'organizzazione calendarizzata dalla Protezione Civile di Legnano. “Il nostro obiettivo è quello di fare rete con altre associazioni - spiega il Vice Presidente della Protezione Civile Alberto da Giussano odv, l’Ing. Giuliano Prandoni -. Nel periodo di piena pandemia, quando abbiamo aperto il Centro operativo comunale (COC), erano presenti diversi enti oltre a noi a prendersi cura dei più deboli. Dalla Croce Rossa ad Auser che si occupava degli anziani, la parte fragile della popolazione che è stata messa veramente in ginocchio, e chi si prendeva cura dei diversamente abili. Andando avanti nel tempo, ci siamo fatti un’idea: quella di estendere la cooperazione e trasformarla in lavoro di squadra, per fare fronte ai problemi anche oltre la pandemia. Abbiamo voluto coalizzarci – prosegue l’Ing. Prandoni - approfittando dell’unione per farla durare nel tempo. Ci sono delle realtà molto piccole che non possono permettersi un mezzo del genere. Se noi lo mettiamo a disposizione di tutti, la comunità ne trae vantaggio e tutti vivono meglio. Vorremmo fare un po’ da punto di riferimento attraverso un piccolo portale sul quale ci sarà un calendario che permetta di organizzarsi con l’utilizzo del mezzo. Noi vorremmo fare coordinamento ed essere un punto di riferimento per una realtà condivisa. Attraverso l’iniziativa de “I progetti del Cuore”, possiamo usufruire anche noi di un mezzo che - ripeto - vorremmo mettere a disposizione di più enti. Per quanto riguarda il territorio, ci sono diverse realtà accanto a Legnano, come Villa Cortese, Busto Garolfo e tutte quelle sul confine che potrebbero trarne beneficio. Possiamo essere il baricentro per comuni limitrofi”. Si avvia, così, sul nostro territorio il servizio di mobilità gratuita, il quale permetterà di avere il mezzo attrezzato con carrozzina per persone diversamente abili, oltre a una pedana automatica, garantito in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko). Grazie a questa iniziativa, la Protezione Civile di Legnano potrà continuare ad organizzare le tante attività che, soprattutto nei momenti di piena emergenza, sono in gestione alla Protezione Civile: dall’assistenza alla popolazione ai presidi e sopralluoghi, dalla ricerca delle persone scomparse agli interventi durante le grandi calamità come terremoti, incendi e situazioni di pericolo, fino ai numerosissimi servizi che, da inizio anno vengono effettuati per l’attuale emergenza sanitaria, come la consegna di mascherine, di pasti, il presidio davanti alle strutture sanitarie e l’assistenza alla popolazione nei luoghi di pubblici. A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei ‘Progetti del Cuore’. “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti su Legnano: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire non solo al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria, ma anche per i servizi di assistenza alla popolazione e Protezione Civile”. Sarà proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, corrispondente ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità. Proprio in questi giorni la società incaricata di Progetti del Cuore si occuperà di informare i titolari delle attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurati a Legnano i “Progetti del cuore”

MilanoToday è in caricamento