Giovedì, 16 Settembre 2021
Eventi Duomo

Leonardo da vinci, un designer?

In occasione della Milano Design Week, il Leonardo3 Museum dà vita al progetto inedito “Leonardo da Vinci, un designer?”: un’esposizione che evidenzia le analogie tra la forma mentis di Leonardo e il metodo progettuale contemporaneo.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

In occasione della Milano Design Week, il Leonardo3 Museum dà vita al progetto inedito “Leonardo da Vinci, un designer?”: un’esposizione che evidenzia le analogie tra la forma mentis di Leonardo e il metodo progettuale contemporaneo. Parlare di industrial design al tempo di Leonardo può sembrare una forzatura, ma analizzando alcune sue invenzioni, e in particolar modo il suo approccio alla progettazione, è possibile scorgere molti punti di contatto con questa disciplina moderna. La sua creatività, infatti, è sempre accompagnata da riflessioni sulla tecnica e sulla produzione: quando progetta una macchina, si preoccupa della fase esecutiva, spesso realizzando ulteriori macchine utensili allo scopo di semplificarne il processo produttivo. Ma non solo. La modernità del pensiero di Leonardo lo porta persino a risolvere un’esigenza funzionale partendo dall’analisi di un bisogno, rendendolo una sorta di proto-designer. Attraverso i suoi manoscritti scopriamo che progettare non significava per lui solo inventare, ma pensare a un oggetto che fosse la combinazione perfetta tra forma, esperienza, funzionalità e bellezza. L'installazione esposta dal 4 al 10 settembre all’ingresso del museo Leonardo3 in Galleria Vittorio Emanuele II mostrerà al pubblico questo aspetto del Genio con due progetti inediti: la “Scala a scomparsa”, una scala a pioli leggera, pieghevole e portatile, e la “Porta ambigua”, un serramento innovativo con una doppia cerniera che permette l'apertura dell'anta in due versi. Un nuovo percorso studiato dal Leonardo3 Museum, la cui collezione unica al mondo è in continua evoluzione. L’interpretazione dei progetti di Leonardo da Vinci ha dato vita a oltre 200 macchine interattive in 3D e ricostruzioni fisiche anche funzionanti, molte delle quali inedite. Si tratta di modelli realizzati attraverso l’analisi di fonti come il Manoscritto B, il Codice del Volo e il Codice Atlantico, dei quali sono proposte versioni interattive fruibili dal pubblico di tutte le età. Con oltre un milione e mezzo di visitatori dalla sua apertura nel marzo 2013, il Leonardo3 Museum rappresenta un luogo unico di studio, approfondimento e scoperta del Genio di Leonardo, icona di innovazione, creatività e poliedrico talento.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leonardo da vinci, un designer?

MilanoToday è in caricamento