Venerdì, 18 Giugno 2021
Eventi

Liga, "urlando contro il cielo" per mille fortunatissimi

Esibizione live in piazza Duomo - dalla terrazza dell'Arengario - per il rocker di Correggio. L'occasione, insieme a RadioDeejay, per la presentazione di "Campovolo - Il Film"

Luciano Ligabue nella performance improvvisata (foto Rovellini)

E' Sant'Ambrogio. Cammini in una splendida giornata di sole in piazza Duomo - turisti, compere, shopping, casino, frenesia - e ti fermi. C'è Ligabue che canta. Non da qualche radiolina, non da qualche cassa dei bar. Dal vivo. Alzi lo sguardo, lo vedi lì, chitarra in mano e voce roca, mentre intona "Ora e allora" e "Urlando contro il cielo". 

Il concerto improvvisato - prima per un centinaio di persone che, in pochi minuti, sono divetate migliaia - è andato in scena dalla Terrazza dell'Arengario, dove il rocker di Correggio ha presentato il film in 3D "Campovolo", in uscita in questi giorni. L'evento, organizzato da RadioDeejay, ha visto prima della performance live una breve intervista, in cui Ligabue ha spiegato il senso della pellicola.

"Campovolo è stata soprattutto una festa, che avevamo voglia di fare a casa nostra, con tutti i musicisti con cui ho suonato nella mia carriera - ha detto Liga - e ora lo raccontiamo con un cd e con un film, grazie a voi che c'eravate. Il ricordo più nitido che ho di Campovolo sono i 10 metri che ho percorso dalla batteria per arrivare a fronte palco e vedere loro, 120.000 persone che ballano sulle note di 'Questa e' la mia vita'".  

La sfida sarà coi cinepanettoni. "Ma non li temo", ha sorriso il cantautore. Poi, unplugged, il suo nuovo singolo e uno dei classici dei classici. Per la gioia di fan in estasi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liga, "urlando contro il cielo" per mille fortunatissimi

MilanoToday è in caricamento