Mario Maffi presenta la giungla e il grattacielo

Mario Maffi presenta la nuova edizione di La giungla e il grattacielo. Scrittori, lotte di classe, "sogno americano", 1865-1920 (Odoya, 20 euro, 320 pagine) a Zig Zag, San Donato Milanese (via Libertà, 10, 02/5272125), sabato 8 febbraio, a partire dalle ore 17.30. Già insegnante di Cultura Anglo-Americana presso l'Università degli Studi di Milano, Mario Maffi ha pubblicato, tra gli altri, Mississippi. Il grande fiume: un viaggio alle fonti dell'America (Il Saggiatore 2009); New York, l'isola delle colline (Feltrinelli 2003), La cultura underground (Odoya 2009), New York (Odoya 2010) e Americana. Storie e culture degli Stati Uniti dalla A alla Z (Il Saggiatore 2012, coautori Cinzia Scarpino, Cinzia Schiavini, Sostene Massimo Zangari).

Con La giungla e il grattacielo Mario Maffi ha esplorato i decenni convulsi che vanno dalla guerra civile americana, con la politica d'imperialismo inaugurata da Roosevelt, alla fine della Prima guerra mondiale. Le tensioni economiche, sociali e culturali di una società in rapida trasformazione. La nascita delle grandi metropoli e il richiamo della Frontiera e di un ormai mitico passato contadino. Le ondate di immigrati. Il movimento socialista. L'esplodere delle lotte operaie. E come tutto ciò venne narrato da autori come Theodore Dreiser, Upton Sinclair, Jack London, John Reed, Sherwood Anderson e molti altri. Mario Maffi prende in esame quegli scrittori americani che, partendo da premesse ideologiche diverse e a volte contrastanti, posero al centro di romanzi e racconti le vicende di una lotta di classe serpeggiante negli Stati Uniti in forme acutissime. Quali sono le origini di questa letteratura spesso dimenticata a favore della più "chiassosa" proletarian literature degli anni Trenta? Come matura nella seconda metà dell'Ottocento? Come si manifesta e si sviluppa? Quali sono i suoi caratteri distintivi? Nati dentro il "sogno americano", alcuni di questi scrittori cercarono di rivoltarglisi contro, mettendone sotto accusa la retorica e la demagogia. Altri ne furono vittime inconsapevoli, anche quando s'illudevano di negarlo. Altri, infine, lo difesero con accanimento dalle minacce oscure d'un proletariato la cui stessa esistenza costituiva una negazione dei contenuti di quel "sogno". La produzione letteraria di questi autori non ha mai cessato d'avere un pubblico di lettori e aficionados, e di costituire una fonte preziosa di documentazione socioculturale.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Frida Kahlo - Il Caos dentro". A Milano una grande mostra dedicata all'artista messicana

    • dal 26 aprile al 25 luglio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • Spider-Man, Hulk e Captain America: a Milano arriva la mostra dei supereroi Marvel

    • dal 12 settembre 2020 al 1 agosto 2021
    • Wow Spazio Fumetto
  • Riapre la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro

    • dal 26 aprile 2021 al 2 maggio 2022
    • Fabbrica del Vapore
  • La grande manifestazione per il Ddl Zan a Milano contro l'odio omotransfobico

    • solo oggi
    • Gratis
    • 8 maggio 2021
    • Arco della Pace
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    MilanoToday è in caricamento