rotate-mobile
Eventi

Le medie della Dante Alighieri a a scuola di creatività

I ragazzi delle Scuole Dante Alighieri di Legnano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il valore di un'idea, l'importanza dello studio dei materiali, attenzione sull'impatto ambientale e la virtù della qualità di prodotti creati in Italia che durano nel tempo: questi alcuni degli argomenti cardine trattati durante le visite didattiche in corso per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado Dante Alighieri di Legnano nello stabilimento SEI di Liscate: "I ragazzi sono abituati a lezioni teoriche e noi abbiamo voluto mostrare loro anche qualcosa di concreto - spiegano i fratelli Andrea e Riccardo Rota, titolari dell'azienda italiana di articoli per l'ufficio e la scuola - ripercorrendo i passaggi che da una buona intuizione portano alla realizzazione concreta di un'idea e al suo progressivo perfezionamento".

UN'OCCASIONE PER IMPARARE A REALIZZARE LE PROPRIE IDEE. Ospiti di SEI, i ragazzi delle Dante Alighieri di Legnano: gli insegnanti che hanno accompagnato le due classi hanno confermato che il coinvolgimento degli studenti è stato notevole, soprattutto durante la visita agli stabilimenti e davanti ad alcuni macchinari: "Il signor Rota è stato molto coinvolgente nella sua lezione, presentata in modo adeguato all'età dei nostri ragazzi, interessante e di facile comprensione anche per chi non ha basi in materia. Abbiamo avuto modo di approfondire argomenti trattati in aula e ha creato grande stupore assistere al passaggio dalla materia prima al prodotto finito". La piacevole giornata di apprendimento non convenzionale si è conclusa in allegria, con la promessa dei giovani studenti di non rinunciare ai loro sogni e di non sottovalutare mai la preparazione necessaria per realizzarli.

IL PROGETTO DIDATTICO PER CERCARE "PICCOLI CREATIVI". SEI Rota è nelle scuole con la seconda edizione del progetto didattico Un'idea che cambia il mondo, una gara di idee che assegnerà dei premi per le classi vincitrici: sono oltre 1.000 i kit didattici prenotati, circa 300 gli istituti che li hanno richiesti dal Nord al Sud dello Stivale.

LA SCUOLA DI LEGNANO OSPITE PER UN GIORNO. L'azienda milanese leader nel settore dei prodotti per l'ufficio e per la scuola sta coinvolgendo i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado con un ambasciatore di eccezione: CreatIvo (nella foto con i ragazzi delle scuole Alighieri di Legnano), il character "cervellone" impersonificazione del pensiero creativo che ognuno di noi possiede e che ha il compito di stimolare i ragazzi a immaginare, ideare, concretizzare i propri pensieri, partecipando al percorso didattico Un'idea che cambia il mondo.

I fratelli Andrea e Riccardo Rota, che di idee se ne intendono (proprio come il loro papà, l'inventore delle "buste con foratura" per raccoglitori ERCOLE e ATLA), si dimostrano già impazienti di vedere di quali brillanti intuizioni saranno capaci i giovani studenti: "Dopo il successo della prima edizione, siamo orgogliosi del secondo percorso didattico Un'idea che cambia il mondo, incentrato sullo sviluppo della creatività applicata a diverse materie scolastiche. Crediamo sia importante che anche la scuola aiuti ogni ragazzo a sviluppare le sue potenzialità, la sua autostima e la sua creatività; saremo ben felici, al termine del progetto, di premiare i migliori elaborati con strumenti utili all'apprendimento, proprio in un momento in cui la scuola non gode di molte risorse".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le medie della Dante Alighieri a a scuola di creatività

MilanoToday è in caricamento