Al memoriale della Shoah di Milano un ciclo di quattro incontri sulla Shoah milanese e italiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

La Fondazione Memoriale della Shoah di Milano e la Fondazione CDEC, in collaborazione con il Consolato Generale di Polonia, presentano un ciclo di quattro incontri dal titolo "1943-2013. A settanta anni dalla deportazione degli ebrei da Milano e dall'Italia".

Gli appuntamenti saranno animati dagli interventi di alcuni tra i maggiori esperti della Shoah: Michele Sarfatti, Liliana Picciotto, Marcello Pezzetti e Jadwiga Pinderska-Lech.

A distanza di settanta anni dall'inizio delle deportazioni degli ebrei in Italia, la Fondazione Memoriale della Shoah di Milano e il CDEC - Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea - in collaborazione con il Consolato Generale di Polonia, organizzano un ciclo di incontri di approfondimento storico dedicato alla Shoah milanese ed italiana.

Nel complesso, dal 1943 fino alla fine della guerra, gli ebrei italiani, dapprima privati dei propri diritti giuridici e sociali e successivamente arrestati, furono quasi 8000, di cui sopravvissero poco più di 800. Di queste 8000 persone, oltre 300 vennero uccise in territorio italiano e circa 7500 deportate verso i campi di concentramento e sterminio.

Questo ciclo di incontri si pone l'obiettivo di far conoscere alla cittadinanza questa pagina così buia della storia italiana, attraverso gli interventi di alcuni tra i più esperti studiosi della Shoah, come Michele Sarfatti, Liliana Picciotto, Marcello Pezzetti e Jadwiga Pinderska-Lech.

L'iniziativa è articolata secondo il seguente calendario:

  • 28 ottobre, ore 18.00

Ferruccio de Bortoli (Fondazione Memoriale della Shoah di Milano) presenta:

Michele Sarfatti (Fondazione CDEC di Milano)

La persecuzione degli ebrei in Italia 1938-1943

  • 4 novembre, ore 18.00

Stefano Jesurum (Corriere della Sera) presenta:

Liliana Picciotto (Fondazione CDEC di Milano)

La persecuzione degli ebrei in Italia 1943-1945

  • 11 novembre, ore 18.00

Antonio Carioti (Corriere della Sera) presenta:

Marcello Pezzetti (Fondazione Museo della Shoah di Roma)

La deportazione degli ebrei italiani ad Auschwitz-Birkenau

  • 18 novembre, ore 18.00

Roberto Jarach (Fondazione Memoriale della Shoah di Milano) presenta:

Jadwiga Pinderska-Lech (Museo Statale di Auschwitz)

Il campo di Auschwitz con particolare riguardo ai deportati dall'Italia

Gli incontri si terranno presso l'Auditorium Joseph e Jeanne Nissim del Memoriale della Shoah di Milano, in Piazza Edmond J. Safra 1/già Via Ferrante Aporti 3.

Tutti i convegni sono aperti al pubblico fino ad esaurimento posti. E' necessaria la prenotazione via mail all'indirizzo cdec@cdec.it oppure telefonicamente al numero 02316338 (lunedì-venerdì, ore 9.00-13.00, contatto: Irene De Francesco).

Il pubblico prenotato avrà la possibilità di accedere ai convegni a partire dalle ore 17.30, potendo così anche visitare questo luogo, unico teatro delle deportazioni in Europa ad essere rimasto intatto.

_______

La Fondazione Memoriale della Shoah di Milano ONLUS nasce nel 2007 con lo scopo di costruire un Memoriale dedicato agli anni più bui della nostra storia presso il Binario 21 della Stazione Centrale, da cui tra il 1943 al 1945 partirono i convogli diretti ai campi di sterminio.

Il Memoriale aspira a rappresentare un contesto vivo e dialettico in cui rielaborare attivamente la tragedia della Shoah, per costruire il futuro e favorire la convivenza civile.

La Fondazione Memoriale della Shoah di Milano è nata per volontà di nove fondatori: l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Ferrovie dello Stato, l'Associazione Figli della Shoah, la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, la Comunità Ebraica di Milano, il Comune di Milano, la Provincia di Milano, la Regione Lombardia e la Comunità di Sant'Egidio.

La Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea - CDEC ONLUS è un istituto storico culturale indipendente e senza fini di lucro.

Rappresenta oggi il principale istituto italiano di storia e documentazione dell'ebraismo contemporaneo in Italia. Svolge in particolare attività di ricerca scientifica e divulgazione sulla storia degli ebrei in Italia in età contemporanea, la Shoah, la memoria e la didattica della Shoah in Italia, l'antisemitismo e il pregiudizio dal secondo dopoguerra ai giorni nostri.

Torna su
MilanoToday è in caricamento