Torna dal 10 gennaio all'ombra della basilica di Sant'Eustorgio "Buon in tavola"

Dalle fattorie lombarde alle tavole dei milanesi: tra le novità, una new entry da Mantova e lezione d’inglese con un’insegnante madrelingua ogni martedì pomeriggio Il Buono in Tavola Dal 10 Gennaio 2017 Ogni martedì dalle 11 alle 18,30 Piazza Sant’ Eustorgio, Milano Ingresso libero Per informazioni 347 7264448; www.buonointavola.blogspot.it

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Filiera completa, sostenibilità, biodiversità e solo prodotti di stagione: questi gli elementi fondanti de Il Buono in Tavola, farmers' market che da martedì 10 Gennaio ritorna ogni settimana nella magnifica cornice di piazza Sant'Eustorgio con il meglio della produzione agricola lombarda. Aziende agricole bio, naturali e tradizionali provenienti da tutta la Lombardia e presenti in questa vetrina della dieta mediterranea, innegabilmente tra le più sane del mondo per varietà di nutrienti. Ogni martedì dalle 11 alle 18.30 nella piazza antistante la Basilica sarà possibile degustare ed acquistare tutto il meglio della produzione lombarda, dall'antipasto al dolce: riso bio e farina, polli; carne chianina direttamente da un allevatore lombardo che da 30 anni alleva questa razza; formaggi caprini e vaccini, salumi diversi; verdura di stagione, vino naturale, confetture, miele e derivati, succhi di frutta, frutta fresca che cresce in Lombardia e nelle province delle regioni confinanti. Ed inoltre piatti pronti di produzione artigianale che niente hanno da invidiare alla cucina di casa propria. Il pubblico avrà la possibilità di assaggiare la genuinità dei prodotti e conoscere le storie delle realtà produttive coinvolte. Tra i banchi del farmers' market lombardo anche una new entry: da Mantova prodotti da forno e pasta fresca, grissini, biscotti, torte di un produttore che coltiva cereali e verdura e che li trasforma nelle bontà che troverete all'ombra della Basilica. Un mercatino indipendente, che non è legato ad alcuna associazione ma costituito solo da produttori delle realtà agricole lombarde. L'iniziativa ha preso il via a primavera 2015 grazie ad un bando del Comune di Milano che ha voluto dare spazio all'agricoltura regionale ed alla sua produzione d'eccellenza. Tra le peculiarità e novità recenti anche quella dell'appuntamento, il primo pomeriggio, con la lingua inglese: produttori e pubblico (per chi lo volesse) potranno rinfrescare il loro inglese con un'insegnante madrelingua. Oltre alla vendita diretta dei prodotti il progetto prevede uno spazio dedicato al volontariato e alle associazioni senza scopo di lucro, alle Onlus di Milano: un'area a costo 0 nella quale le associazioni coinvolte potranno promuovere i loro progetti.

Torna su
MilanoToday è in caricamento