Dov'è finito il mercatino finlandese di Milano?

Era uno degli eventi più attesi del weekend. Ma non è andato come doveva. La storia

Era uno degli eventi più attesi del weekend di Milano. Annunciato e pubblicizzato dall’incontrollabile forza dei social, il “Mercatino natalizio tedesco finlandese di Milano” di via Marco De Marchi era diventato uno degli appuntamenti più “forti” del periodo natalizio in città. Eppure, qualcosa non è andato esattamente come doveva. 

Tra domenica e sabato, infatti, migliaia di appassionati - molti arrivati anche da fuori città - sono tornati a casa evidentemente delusi e amareggiati. Perché? Perché in realtà quello che doveva essere un “mercatino” si è rivelato una bancarella all'interno della Chiesa Protestante, con interminabili ore di coda. O poco più. Sulla location, da subito specificata, nulla da dire. Sul resto sì. 

Perché è proprio sul resto, come durante la ormai famosa “Notte delle lanterne in Darsena”, che è iniziato il rimbalzo di responsabilità. I colpevoli? Per gli organizzatori, naturalmente, i media. 

“Prima di tutto vi ringraziamo e ci scusiamo per la possibile delusione - si legge in un post pubblicato da qualcuno che si dichiara organizzatore sulla bacheca Facebook dell’evento -. Purtroppo alcuni media senza contattare gli organizzatori hanno creato aspettative altissime e assolutamente nessuno di noi non avrebbe immaginato un tale assalto”. 

MA ECCO COM'È ANDATA DAVVERO...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento