Miartfashion, dal 21 al 23 giugno la prima vetrina di slow fashion

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Milano, 20 giugno 2013 - Si terrà a Milano dal 21 al 23 giugno presso lo spazio Bossi Clerici di via dei Bossi 3, a due passi dal Teatro alla Scala e dal Quadrilatero della Moda, la prima vetrina internazionale di slow fashion artigiana organizzata da CNA Milano e CNA Lombardia in collaborazione con CNA Federmoda.

Patrocinato da Regione Lombardia e dal Comune di Milano, MiArtFashion si inserisce nella settimana della moda-uomo durante Milano Moda Main, progetto che coordina le aperture degli showroom milanesi per le vendite delle Main Collection Primavera/Estate 2014 e del pronto Autunno/Inverno Uomo, Donna e Bambino.

MiArtFashion aprirà venerdì 21 alle ore 12.00 con un evento inaugurale e chiuderà la sera di domenica 23 giugno alle ore 18.00.

Nato dalla collaborazione con CNA Emilia Romagna, CNA Torino, CNA Firenze, Torino città della Moda, Artigiano Contemporaneo, Riccione Moda Italia, AFIP (Associazione Italiana Fotografi Professionisti, recentemente affiliata CNA) e realizzato grazie a Unicredit e Regione Emilia Romagna, MiArtFashion si rivolge a buyer italiani e stranieri, specie questi ultimi sempre più sensibili all'esclusività dei prodotti delle piccole produzioni della moda italiana.

Con 35 aziende espositrici MiArtFashion entra nel calendario delle fiere internazionali dedicate all'ethical fashion, confermando la capacità della moda artigiana italiana di penetrare mercati esteri. Specie se in start up, le imprese artigiane della moda nascono infatti con una forte vocazione all'internazionalizzazione. MiArtFashion è un'iniziativa che punta a sostenerle e a darne visibilità presso buyer internazionali.

Di fatto MiArtFashion ha già trovato attenzione oltre i nostri confini; molti infatti i buyer, i giornalisti e i blogger stranieri già registrati su www.miartfashion.com e migliaia i visitatori del sito. Per facilitare i trasferimenti è disponibile uno shuttle che parte ogni 30' da via Tortona 35 e raggiunge MiArtFashion in un quarto d'ora.

"MiArtFashion punta con decisione sul fattore competitivo distintivo delle aziende artigiane" spiega Giuseppe Vivace, Segretario CNA Lombardia: "Nel primo trimestre 2013 l'artigianato lombardo registra significativi cali dei livelli produttivi nel comparto pelli e calzature (-8,5%) e abbigliamento (-8,3%). Il tessile, già duramente colpito negli anni passati, registra il calo produttivo minore (-2,7%). Anche per reagire a questo fenomeno, che purtroppo continuiamo a registrare, e riguadagnare quote di mercato, molte sono le aziende che decidono di avviare progetti di moda etica puntando sull'unicità e manualità creativa dell'artigianato. Tutto ciò fa già parte dell'anima stessa del fare artigiano e dello slow fashion, ed è per questo che le PMI seppur con modelli di business diversi, entrano in maniera significativa in questi nuovi mercati che privilegiano sempre più la filiera corta e la capacità di innovazione di prodotto".

"Il successo e la crescita costante di questa manifestazione dimostra come possano convivere nel mondo del fashion creatività, artigianalità ed etica" così l'Assessore alle Politiche per Lavoro, Ricerca e Università Cristina Tajani commenta l'iniziativa presentata oggi. L' appuntamento - prosegue l'assessore - punta al dialogo fra grandi trendsetter e micro imprese e giovani start-up raccontando l'evoluzione di uno scenario. Moda e maestria artigiana insieme producono cultura, lavoro e reddito, dando nuova linfa a un settore che resta uno dei capisaldi del Made in Italy".

"Il perdurare della difficile situazione dell'economia, rende oggi fondamentale sostenere le eccellenze del nostro sistema produttivo nel percorso di apertura commerciale oltre i confini nazionali, anche come strategia di uscita dalla crisi, ed è per questo che abbiamo deciso di sostenere quest'anno MiArtFashion - ha affermato Monica Cellerino, Regional Manager per la Lombardia di UniCredit. Come UniCredit infatti abbiamo deciso in Lombardia di implementare iniziative rivolte a settori specifici, che tengano conto delle peculiarità e delle problematiche che aziende appartenenti a quel determinato settore incontrano nell'affrontare i mercati esteri. Da questo punto di vista possiamo offrire una partnership distintiva per le imprese lombarde, grazie all'assistenza commerciale delle Banche estere del Gruppo UniCredit, banca commerciale leader in Europa presente in 22 Paesi e con una rete internazionale diffusa in 50 mercati, con più di 9.200 sportelli e oltre 155.000 dipendenti. In Lombardia stiamo portando avanti un intenso programma di supporto all'attività di esportazione ed all'internazionalizzazione delle aziende, con l'obiettivo di affiancarle in qualità di partner finanziario specializzato. UniCredit, infatti, ha recentemente lanciato "UniCredit International", con il quale ci siamo dati anche l'obiettivo di accompagnare in tre anni 4.500 aziende della Regione nel percorso di internazionalizzazione. In circa un anno e mezzo dal lancio dell'iniziativa sono state 2.290 le aziende lombarde accompagnate all'estero da UniCredit e oltre 1.500 le Start Up lombarde supportate da UniCredit. Abbiamo infine sviluppato un nuovo portale (www.unicreditinternational.eu) attraverso il quale le aziende clienti possono ricercare i mercati esteri più promettenti nel loro settore, individuare nuovi potenziali clienti esteri e anche valutarne l'affidabilità".

Dal 2011 Slow Fashion è anche un marchio registrato presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi che fa capo al ministero dello Sviluppo Economico. Con grande lungimiranza, la CNA di Torino si è fatta garante dell'artigianalità e dell'italianità di abiti e accessori disegnati e prodotti interamente in Italia partendo da materie prime trasformate in Italia. "Per CNA Torino questa edizione del MiArtFashion rappresenta una imperdibile occasione per la promozione del marchio collettivo Slow Fashion ideato nella primavera del 2010 per valorizzare i prodotti della manifattura italiana 100 per 100 Made in Italy nel settore del tessile-abbigliamento-accessori" dichiara il responsabile di CNA Federmoda Torino, Vitaliano Alessio Stefanoni. "Si tratta inoltre di una importante occasione per mettere a sistema le competenze e le professionalità delle imprese associate alla CNA della Lombardia, del Piemonte, della Toscana e dell'Emilia Romagna per promuovere con un evento di risonanza nazionale la manifattura indipendente, punta di diamante del Made in Italy che piace nel mondo".

Il programma di eventi a margine di MiArtFashion punta al dialogo fra grandi trendsetter e micro imprese. Testimoni di questo connubio innovativo gli importanti ospiti dei workshop che saranno infatti chiamati, insieme a rappresentanti delle istituzioni e delle università, a raccontare questa inesplorata alleanza. Previsti anche appuntamenti di formazione per le aziende come il seminario Artigianale e tecnologico: visioni e ispirazioni per estivo 2014 organizzato da Close- up Fashion Publication in collaborazione con lo Studio Chiron di Marialuisa Bibi Ronchi in programma domenica 23 giugno alle ore 12.00.

Ospite di MiArtFashion sarà EcoFashion Lab, un progetto rivolto a giovani stilisti internazionali under 30 impegnati nella creazione di abiti utilizzando solo vestiti riciclati e materiali di recupero. Il progetto, gestito da AIESEC -la più grande organizzazione internazionale di studenti universitari presente in 111 Paesi al mondo con più di 60.000 iscritti- ha visto coinvolte quattro imprese di CNA che hanno ospitato cinque studenti stranieri dando loro modo di toccare con mano cosa significhi slow fashion artigiano e italiano. Tre aziende sono del settore moda ( Medworld srl, Sartoria Ismara, CMF di Franco Floridi) a cui si aggiunge Daniele Corsi con il suo laboratorio di restauro.

Con lo stesso principio del riciclo le shopper distribuite in conferenza stampa e durante l'evento sono state fornite dagli stessi artigiani, alcune create appositamente per MiArtFashion con scarti di lavorazione.

MiArtFashion ha già una prossima edizione durante la settimana della moda di settembre: MiArtFashion sarà infatti presente come sezione B2B di So Critical So Fashion -i tre giorni di moda critica, indipendente, etica e verde organizzati da Terre di Mezzo- che si terrà il 20/21/22 settembre presso i Frigoriferi milanesi.

Ufficio Stampa CNA Milano

Per maggiori informazioni, per registrarsi all'evento visita il sito www.miartfashion.com oppure scrivi a info@miartfashion.com

Torna su
MilanoToday è in caricamento