rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Eventi Porta Venezia

Movimento trampled art atmosfere surreali

L'Evento Milanese ha riacceso una luce nella crisi dell'arte contemporanea

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

"I Forconi Creativi", è così che qualcuno ha già definito, gli undici artisti contemporanei, che si sono riuniti il 7 Febbraio 2014 presso la Galleria Deodato Arte di Milano.

Artisti, critici, giornalisti e tanti altri promotori del sapere artistico si sono uniti nel Movimento artistico Trampled Art in un'atmosfera surreale e genuina, rievocando quasi i 'bei tempi' dell'arte contemporanea. L'intensa e sentita presentazione, è stata affidata al noto critico e storico dell'arte Giorgio Grasso, stretto collaboratore di Vittorio Sgarbi e curatore del Padiglione Italia della 54a Biennale di Venezia.

La Trampled Art nasce come strumento di protesta verso quegli organi ufficiali e riconosciuti ai quali spettava il compito di difendere e promuovere le Arti visive e che invece non sembrano tutelare e nutrire questo aspetto culturale del nostro Paese il quale rischia di essere fagocitato dal mero concetto di business depauperando e dimenticando il reale e autentico sentimento artistico e culturale che dovrebbe invero governare questa forma d'Arte.


Il padre fondatore del movimento è l'artista astrattista Alessandro Giorgetti che nel corso del 2013, scrive in modo chiaro e preciso il Manifesto Ufficiale del Movimento Trampled Art, un documento che, diffuso attraverso internet e sulle piattaforme social, si oppone alla degradazione intellettuale che si aggira nel mondo dell'Arte, costruito mediante le passioni fredde dell'affarismo. Il Manifesto diventa l'emblema del movimento, ovvero, di chi non vuole più accettare l'ignoranza affaristica mercantile e vuole ridare lustro a quelle forme d'arte che spesso nei secoli passati sono state cullate e nutrite proprio da artisti italiani, orgoglio da sempre e per sempre dell'Italia nel mondo.

Personalità artistiche decise e motivate appoggiano la presa di posizione ideologica del Manifesto ed insieme a Giorgetti rappresentano le roccaforti del movimento: Ciro Palumbo, Giovanni Puntrello, Sabrina Romanò, Luca Fagioli, Andrea La Casa, Marika Pozzi, Ivo Vassallo, Teorema Fornasari, Salvatore Palazzolo e Marcella Arena, sono solo alcuni dei nomi che hanno imbracciato idealmente il Manifesto a favore della tutela dell'Arte.

Trampled Art è un movimento artistico che, senza dubbio, ha scritto e scriverà una nuova pagina della nostra Storia dell'Arte.

La città di Milano è stata presa sotto assedio già dalle prime ore del mattino con performance in alcuni casi 'bloccate' dalle forze dell'ordine ma concluse nel segno della goliardia.

Grande affluenza di curiosi ma soprattutto di addetti ai lavori e artisti di vari settori, Una meravigliosa fusione concentrata in una magica scatola culturale, che ha incantato tutti i presenti.

Molti i nomi noti presenti, che hanno donato ulteriore credito e voce al Movimento: la fotografa Micaela Zuliani, il critico d'arte Mattea Micello, la scrittrice Gaia conventi, Susanna Tartari della CAT Comunicazione.La giornalista Roberta Tosi, gli l'imprenditori/Collezionisti Marco Giorgi e Florence Isache, il critico Giorgio Koan, lo storico giornalista Mario Arceri.

Partner ufficiale AEMME Linea ambiente, Gruppo AMGA.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento trampled art atmosfere surreali

MilanoToday è in caricamento