menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mostra di Klimt

Mostra di Klimt

Venerdì 25 aprile 2014, Festa Liberazione: musei aperti a Milano

I musei civici (Musei del Castello Sforzesco, Museo del Novecento, Museo di Storia Naturale, Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, GAM Galleria d’Arte Moderna) sono aperti al pubblico venerdì 25 aprile

I musei civici (Musei del Castello Sforzesco, Museo del Novecento, Museo di Storia Naturale, Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, GAM Galleria d’Arte Moderna) sono aperti al pubblico venerdì 25 aprile.

Le mostre di "Luca Beltrami (1854-1933) Storia, Arte e Architettura a Milano" al Castello Sforzesco, "Da Gerusalemme a Milano. Imperatori, filosofi e dei alle origini del Cristianesimo" al Museo Archeologico, “Year after year” alla GAM Galleria d’Arte Moderna e “Munari politecnico” al Museo del Novecento rispettano l’orario di apertura dei rispettivi musei che le ospitano.

Tutte le mostre nelle altre sedi espositive del Comune (Palazzo Reale, PAC Padiglione d'Arte Contemporanea, Palazzo della Ragione) sono aperte venerdì 25 aprile 2014 e il primo maggio dalle 9.30 alle 19.30 (ultimo ingresso un'ora prima della chiusura). Si potranno quindi visitare durante tutti i giorni di queste feste, a Palazzo Reale:

- “Bernardino Luini e i suoi figli”, la più grande retrospettiva mai dedicata a Bernardino Luini, uno dei protagonisti dell’arte del Cinquecento in Lombardia. Duecento opere raccontano una saga famigliare, dalle ricerche giovanili del maestro attraverso i quadri della maturità e il lavoro dei suoi contemporanei, fino alla traiettoria artistica dei suoi figli;

- “100% Original Design”, un percorso esperienziale attraverso forme innovative, piccoli e grandi avanzamenti tecnologici che hanno fatto la storia del design, nell’ambito del progetto a tutela della creatività e dell'originalità contro la contraffazione del design industriale in Italia e nel mondo;

- “Piero Manzoni 1933 – 1963”, la mostra dedicata agli esemplari più importanti di tutte le sue invenzioni creative, che hanno scardinato il modo di fare arte nella seconda metà del Novecento;

- “Kandisnsky”, una grande monografica presenta oltre 80 opere di Kandinsky provenienti dalle collezioni del Centre Pompidou di Parigi;

- “Klimt. Alle origini di un mito”, che espone venti oli di Gustav Klimt insieme alla riproduzione dell’originale del "Fregio di Beethoven" e indaga i rapporti familiari del maestro viennese, la collaborazione con i due fratelli Ernst e Georg, gli inizi alla Scuole di Arti Applicate di Vienna e la sua grande passione per il teatro e la musica.

Al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea è invece in scena “Estoy Viva”, la prima antologica in Italia dell’artista guatemalteca Regina Josè Galindo, vincitrice del Leone d’Oro alla 51. Biennale di Venezia come miglior giovane artista. A Palazzo della Ragione, infine, “In viaggio con l’Italia”, un racconto sonoro e visivo attraverso il quale il TCI racconta l’esperienza del viaggio tra le meraviglie del nostro Paese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento