menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Milano: grande successo per MuseoCity 2020, nonostante le misure anti covid

Un calendario fittissimo e ricco di appuntamenti, in presenza e virtuali, pensati per far scoprire al grande pubblico lo straordinario patrimonio artistico della città

Grande successo per la quarta edizione appena conclusa di Milano MuseoCity, la manifestazione promossa dal Comune di Milano | Cultura e realizzata in collaborazione con l’Associazione MuseoCity per far conoscere e valorizzare la storia, la bellezza e la ricchezza dei musei milanesi. Tre giorni intensi – da venerdì 31 luglio a domenica 2 agosto – con un calendario fittissimo e ricco di appuntamenti, in presenza e virtuali, pensati per far scoprire al grande pubblico lo straordinario patrimonio artistico della città.

Nonostante il caldo e le restrizioni anti-covid, grande partecipazione è stata registrata nelle 72 istituzioni pubbliche e private aderenti, che hanno proposto un programma declinato sulle nuove necessità di distanziamento e ingressi contingentati, ma anche molte iniziative digitali: 28 sono le istituzioni che hanno proposto eventi in presenza, 26 solo in digitale e 17 quelle che hanno presentato sia attività in presenza che virtuali. I musei civici hanno rilevato 3.200 presenze: i Musei del Castello Sforzesco, il Museo di Storia Naturale e il Museo del Novecento sono stati i più visitati. La domenica è stata il giorno con la maggiore affluenza di pubblico: in molti casi il numero dei visitatori è triplicato rispetto al venerdì.

Picchi di affluenza in alcune strutture, come ad esempio il Museo Poldi Pezzoli, il Museo Teatrale alla Scala, i Silos di Armani o il Museo Storico Alfa Romeo, che con oltre 600 presenze è stato il museo più visitato di questa edizione di Milano MuseoCity.

In particolare, il pubblico ha dimostrato di apprezzare la possibilità di scoprire nuovi luoghi, vista la grande partecipazione fisica e virtuale rilevata dai musei più piccoli e da tutte quelle istituzioni che hanno aderito per la prima volta a Museocity, come l’Archivio Atelier Pharaildis Van den Broeck; l’Archivio Rachele Bianchi; la Fondazione Ca’ Granda; il Museo dei Cappuccini – Milano.

Molto apprezzate anche le iniziative speciali che hanno arricchito il calendario della tre giorni: il podcast Museo invisibile, a cura dell’Associazione MuseoCity; l’itinerario Museo segreto, a cura di Gemma Sena Chiesa e dell’Associazione MuseoCity dedicato a Le signore dei musei; la conferenza internazionale Donne e innovazione nel museo contemporaneo, trasmessa sul canale YouTube dell’Associazione MuseoCity; la proiezione sold out, nel giardino del Pac Padiglione Arte Contemporanea, del film Heart of a dog di Laurie Anderson, grazie alla collaborazione con il Cinemobile Summer Tour della Cineteca di Milano; il tour guidato, tutto esaurito, fra i murales animati in realtà aumentata organizzato da Maua-Museo Arte Urbana Aumentata.

Il podcast di Museo invisibile e i video della conferenza internazionale continuano a essere disponibili online sui canali dell’Associazione MuseoCity anche dopo il termine della manifestazione.

Tra le iniziative digitali, quelle che sono state maggiormente seguite sono l’appuntamento online: Vestali, Vestiti e Musei, una conversazione fra le “signore dei musei” del circuito Storie Milanesi, il progetto della Fondazione Adolfo Pini che racconta i protagonisti della cultura milanese, a cura di Rosanna Pavoni; la programmazione streaming speciale della Cineteca Italiana, che ha presentato una rassegna di film legati ad artiste donne e alcuni filmati d'epoca/documentari relativi alla città di Milano; le visite guidate virtuali dei musei d’impresa (Collezione Branca, Galleria Campari e Fondazione Pirelli).

Oltre 2.000 sono state le visualizzazioni del canale YouTube dell’Associazione MuseoCity e 1.100 gli ascolti dei podcast. Grazie al canale YouTube si è raggiunto un pubblico più giovane del solito: dai 25 ai 34 anni.

Anche l’App museo diffuso con tutte le informazioni sui musei partecipanti, sulle opere d'arte presenti sulle facciate degli edifici milanesi del Ventesimo secolo e su oltre 40 opere di Street Art in realtà aumentata è stata molto apprezzata dal pubblico: sono state registrate 162.598 interazioni che hanno navigato sull’app (ogni volta che qualcuno ha cliccato qualcosa).

Con l’edizione 2020, Milano MuseoCity si conferma un’iniziativa di enorme importanza per la conoscenza e la valorizzazione dello straordinario patrimonio museale della città, sia pubblico che privato, capace di coinvolgere le persone alla scoperta di musei d’arte, di storia, musei scientifici, case museo, case d’artista, archivi e musei d’impresa diffusi su tutto il territorio cittadino e nell’area metropolitana: in molti casi gioielli nascosti, strutture di piccole dimensioni, sia centrali che periferiche, e luoghi spesso non accessibili se non in occasioni straordinarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento