rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Eventi Piazza della Scala

"Gallerie di Piazza Scala": esordio con il grande Ottocento italiano

Tutto il mondo culturale milanese all'apertura delle "Gallerie di Piazza Scala": nei locali, opere dell'Ottocento italiano, con bassorilievi di Canova. Nel 2012, poi, il Novecento

E' stata inaugurata negli scorsi giorni la sezione dedicata all'arte italiana dell'800 delle 'Gallerie di Piazza Scala', che raccolgono le collezioni di Intesa San Paolo e della Fondazione Cariplo.

Sono così esposte al pubblico negli storici Palazzo Anguissola e Palazzo Brentani 197 dipinti e sculture che partono da bassorilievi neoclassici di Antonio Canova, per toccare quindi le altre correnti che hanno caratterizzato le arti figurative italiane ottocentesche: il Romanticismo, con Francesco Hayez. Gerolamo Induno e Sebastiano De Albertis, Giuseppe Molteni, Giovanni Migliara, Luigi Bisi, Giuseppe Canella, Angelo Inganni; il Naturalismo (Mosé Bianchi, Lorenzo Gignous); il Divisionismo (Giovanni Segantini, Filippo Carcano, Giovanni Sottocornola, Angelo Morbelli); il Simbolismo (Luigi Rossi, Emilio Gola, Lorenzo Bazzaro, Gaetano Previati, Giulio Aristide Sartorio). Si aggiungono opere di Telemaco Signorini, Lorenzo Delleani, Federico Zandomeneghi, Vincenzo Irolli, Antonio Mancini.

Il prossimo anno aprirà anche la sezione dedicata al '900, nel vicino Palazzo Beltrami, dove verra' esposta una selezione delle 2.700 opere della collezione di Intesa San Paolo dedicata al secolo scorso e comprendente i maggiori artisti italiani, con l'aggiunta anche di diversi stranieri. Intorno a Piazza della Scala si sta creando così, nel raggio di poche centinaia di metri, un polo espositivo comprendente anche altri importanti musei: Brera, Poldi Pezzoli, Ambrosiana, Museo del Novecento, Castello Sforzesco.

Gallerie di piazza Scala, l'inaugurazione © Tm News/Infophoto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gallerie di Piazza Scala": esordio con il grande Ottocento italiano

MilanoToday è in caricamento