Il Naviglio grande aggiorna se stesso

E' disponibile il volume “Navigium de Gazano - El noster Navili”, edito da Il Rachinaldo, associazione culturale gaggianese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

A cura dell'associazione culturale Il Rachinaldo, benemerita istituzione che dal 2002 si occupa della storia e delle tradizioni dell'area del Naviglio Grande, è disponibile “Navigium de Gazano - El noster Navili”, volume che prende in esame il canale che dal 1179 scandisce la vita e il lavoro delle persone che lo contornano. In particolare a Gaggiano che il “Grande” dal XIX secolo divide in due, garantendo agli abitanti talvolta prosperità, talaltra comunque quieto vivere e che rappresenta per il paese un autentico monumento storico, curiosamente in movimento. Un lavoro corale, curato da Ambrogio Zacchetti e Paolo Migliavacca, che aggiorna e amplifica i lavori svolti sulle cronache dei secoli passati culminati nel pregevole Il Naviglio di Milano del Bescapé edito dall'Istituto Trivulzio negli anni Cinquanta del Novecento. Un testo base arricchito dai successivi numerosi lavori dello storico abbiatense Mario Comincini, cui Il Rachinaldo ha fornito nuova linfa sui temi centrali: l'acqua, l'economia del territorio, con un capitolo sulla storica presenza di “bocche”, rogge e ponti locali, corredato da una approfondita sezione cronologica che va dal XIII al XXI secolo. Il volume, ricco di pagine e di immagini (188 le prime, 200 le seconde) si può acquistare scrivendo a info.rachinaldo@gmail.it. Previo bonifico di 12 euro, comprensivo delle spese di spedizione, il libro raggiungerà gli interessati tramite le Poste.

Torna su
MilanoToday è in caricamento