Eventi Cenisio Monumentale

Palmina - Amara terra mia

Uno spettacolo teatrale di una compagnia pugliese per la lotta alla mafia, recensito tra gli altri da "Il Manifesto" e "La Gazzetta del Mezzogiorno".

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Sabato 11 novembre, ore 21.00, Fabbrica del Vapore, Lotto 10 Rassegna teatrale “Fabbricanti di mondi” di Lyra Teatro (Progetto The Art Land) SINOSSI Raccontare la verità, gridarla, senza fraintendimenti. Questo è lo scopo che Giovanni Gentile e Barbara Grilli, rispettivamente autore/regista e attrice, si prefiggono in questo spettacolo. Sessanta minuti di un monologo complicato, forte, doloroso, recitato ad un ritmo intensissimo, da cui lo spettatore risulta rapito, catapultato in un’altra epoca, immobile sulle sedie. Si ripercorrono le tappe della tragedia umana e giudiziaria di Palmina Martinelli, la 14enne fasanese uccisa nel 1981 e che sembra, ancora oggi, un peso per questa regione. Una storia che ancora si sussurra, che non si può ancora urlare e definire conclusa oggi, a 35 anni dai fatti. Nell’ospedale di Bari, dove Palmina morì in seguito alle ustioni riportate, la ragazzina aveva fatto i nomi dei suoi aguzzini, che le diedero fuoco per punirla di essersi rifiutata di prostituirsi. Si parlerà di un Pubblico Ministero instancabile, Nicola Magrone, oggi sindaco di Modugno e del Dott. Di Bari, oggi sindaco di Fasano, all’epoca giovane chirurgo al del Pronto Soccorso. Si parlerà di una silente criminalità organizzata, di giudici e sentenze incomprensibili e di un processo che sfocia nel paradosso. Lo spettacolo ha ricevuto per meriti sociali ed artistici il Patrocinio del Comune di Modugno, contribuendo in maniera sostanziale all’intitolazione a Palmina Martinelli di piazze e giardini in tutta la Puglia e alla ricusazione da parte della Corte di Cassazione di Roma della richiesta di archiviazione delle indagini giunta dal Tribunale di Brindisi. Ha partecipato al Roma Fringe Festival 2016 ricevendo la Nomination come Miglior Drammaturgia del Festival. Barbara Grilli ha vinto come miglior attrice per questo spettacolo il Premio Internazionale Martucci 2016 e il Premio Miglior Attrice “Teatro d’Inverno” 2017. LA COMPAGNIA TEATRO PRISMA L’associazione nasce ufficiosamente nel Gennaio 2012 grazie all’obiettivo comune dei tre soci fondatori, Giovanni Gentile, Vito Liturri e Marco Boccia, ai quali in seguito si unirà l’attrice e regista Silvia Cuccovillo, di sperimentare nuove forme di teatro, con testi inediti accompagnati da musiche, indifferentemente edite o scritte apposta per le performance, e con la danza a fare da cornice al tutto. L’inizio risulta complicato in quanto gli spazi da conquistare per una giovane compagine sono pochi e male attrezzati. Dopo un anno travagliato, il 14 gennaio 2013 la Compagnia debutta con lo spettacolo “Io & Miryam” scritto e diretto da Giovanni Gentile con Cristina Siciliano, attrice e cantante poliedrica. Da allora, lo spettacolo tra la provincia di Bari, Napoli, Roma, Torino, ha collezionato quasi 100 repliche entrando nel cartellone del teatro Duse di Bari per la stagione 2012-2013 per 16 giorni di fila ed essendo a furor di popolo decretato il miglior spettacolo della stagione. Critiche positive, a tratti entusiaste, sono apparse sulla Gazzetta del Mezzogiorno, sul Quotidiano di Bari e sul Pickwick di Napoli, rivista specializzata di critica teatrale. Come testo teatrale, “Io & Miryam” ha appena concluso una tournee in Australia e in Francia. Dal Novembre 2013 Antonella Carone entra a far parte del cast come performer nello spettacolo al posto di Cristina Siciliano, chiamata in produzioni all’estero. Nel giugno 2013 la Compagnia debutta con lo spettacolo “N O D I”, scritto e diretto da Giovanni Gentile con Silvia Cuccovillo e colonna sonora inedita scritta e suonata dal vivo dai maestri Vito Liturri al pianoforte e Marco Boccia al contrabbasso Da allora la Compagnia produce: •2013 La Locanda dei Desideri; •2014 Gli uomini vengono da Marte, un cazzo. Io vengo dal bar all’angolo; •2014 L’amore è il marito della vita – Omaggio a Piero Ciampi; •2015 Le due vergini – premiato al Teatro Manzoni come miglior drammaturgia inedita del 2015 •2015 Senza Rete – Lettere dal Manicomio •2016 Palmina – Amara terra mia •2016 Se credi di conoscermi non è un problema mio tutti con testi inediti di Giovanni Gentile e con, dove previste, musiche scritte dal duo Liturri-Boccia, girando l’Italia e collezionando in tre anni quasi 300 repliche. INGRESSO INTERO 12,00 euro RIDOTTO <25 anni, >65 anni e tesserati TheArtLand 10,00 euro Prenotazioni: T 3495701890 E info@lyrateatro.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento