rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Eventi

"Per chi suona la campanella"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

ndo educativo, culturale e sociale: queste le premesse al documentario "Per chi suona la campanella", in proiezione presso Casa Giacobbe a Magenta Lunedì 8 Aprile 2013 alle ore 21.00. Realizzato dal regista Alessandro Di Gregorio e dalla sua troupe, il documentario racconta una storia di intergenerazione dai tratti inconsueti, avvenuta nel 2009 ad Acquaformosa, piccolo paese arbereshe adagiato sui monti del Pollino in Calabria. Qui, una scuola primaria - la cui sopravvivenza è minacciata dall'ombra di un'imminente chiusura per la mancanza di un numero sufficiente di alunni - diventa teatro, per volere di un sindaco lungimirante, di un modo alternativo di "fare scuola" e di educare. Vengono così riuniti in un'unica classe bambini dai 7 ai 10 anni con anziani (mai stati scolarizzati) dai 70 agli 80 anni (e oltre) sotto la guida del maestro Angelo Bottiroli, l'insegnante di Novi Ligure, che si è proposto volontariamente di vivere con gli insoliti alunni questa eccezionale avventura.

"Per chi suona la campanella" raccoglie visivamente le fila di questa esperienza, rendendo il pubblico partecipe, in modo discreto e al tempo stesso emozionante, di brani di vita vera, i cui estremi - l'infanzia e la vecchiaia - si incontrano sui banchi di scuola. Il salto generazionale di 70 anni, lontano dall'essere motivo di contrasto, diventa invece stimolo a nuove forme di apprendimento: non solo imparare a scrivere, leggere o far di conto, ma anche scoprire l'umile concretezza del "saper fare" che l'esperienza diretta insegna e che l'anziano, dopo una vita di lavoro e sacrificio, conosce molto bene. Così, se il bambino diventa fonte di apertura verso l'oggi e finestra sull'età moderna (con le sue nuove tecnologie e le sue bizzarre mode), l'anziano è colui che custodisce e trasmette il sapore vero delle origini e della tradizione. In questo modo, il fascino del passato e l'incalzare del presente si interfacciano in un dialogo aperto e continuo.

Questa fusione origina, all'interno della classe, una relazione che, con lo scorrere del tempo, diventa sempre più profonda e feconda.

Il bambino impara a far tesoro dei saperi pratici degli anziani (come, per esempio, fare il formaggio o portare le pecore al pascolo) e, a sua volta, l'anziano - spesso ritenuto improduttivo dalla società odierna - si riattiva socialmente, con dignità e ritrovato entusiasmo. Imparare a leggere, scrivere e contare, per chi non ha mai potuto farlo, permette di svolgere con autonomia anche le azioni giornaliere più semplici, come fare la spesa o comunicare senza imbarazzi.

Il documentario, con poetica delicatezza, propone i frutti dell'intergenerazione, sottolineando in presa diretta, attraverso la spontanea quotidianità di azioni e dialoghi, gli aspetti salienti di un'esperienza scolastica ed educativa fuori dagli schemi.

ActionArt Factory, impresa culturale e luogo di formazione trasversale, orientata nella proposta al modello intergenerazionale, promuove in collaborazione con il Comune di Magenta una serata finalizzata alla diffusione di una testimonianza fondata sullo scambio esperienziale e generazionale come ponte tra passato e futuro.

Per ulteriori informazioni:

https://www.perchisuonalacampanella.it/Per_chi_suona_la_campanella.html

Ufficio stampa e Comunicazione

ActionArt Factory di Galleria Magenta Srl

Via Roma 85

20013 Magenta (MI)

Tel. 02/9790100

www.actionartfactory.com

relazioniesterne@galleriamagenta.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per chi suona la campanella"

MilanoToday è in caricamento