Pilates in ascolto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Pilates in ascolto, programma di rieducazione posturale per non vedenti ovvero Pilates dedicato a persone non vedenti. E' stata presentata sabato scorso nel comune di Bollate in concomitanza della Festa dello sport, dall'insegnante Monica Cozzi, l'apertura del progetto rivolto a chi non vede. "Per svolgere attività come Pilates, spiega la trainer Cozzi, non è necessario vedere, poiché si deve ascoltare il proprio corpo attraverso la consapevolezza, prenderne coscienza".

La dimostrazione di questa teoria è avvenuta nella sala comunale, quando a svolgere gli esercizi sono stati il Sindaco bollatese Stefania Lorusso, l'Assessore allo sport Fabio Boniardi, ovviamente bendati e quattro persone non vedenti. Monica Cozzi, bollatese è istruttrice federale di ginnastica posturale e riabilitatrice post operatoria per gli interventi di cancro al seno. La sua idea è stata patrocinata dal UIC -Unione Italiana Ciechi- della Lombardia ed ora è sostenuta anche da parte dell'Unione ciechi di Via Vivaio a Milano.

Un risultato molto importante è però stato raggiunto nei mesi primaverili quando l'idea del "Pilates in ascolto" ha partecipato ad un bando promosso da -Bayer Cares Foundation- che ha premiato 150 progetti, a livello mondiale, in occasione dei 150 anni di anniversario del Gruppo e il progetto è stato premiato con una patrocinio economico. "La cecità influisce significativamente sullo sviluppo motorio con effetti diretti e indiretti, tanto che numerosi trattati scientifici credono che il non vedere influisca sulla coordinazione e sulla postura. Il Pilates in questo caso è utile per migliorare la postura, la respirazione, la concentrazione e un accrescimento della consapevolezza del proprio corpo", spiega l'insegnante Monica Cozzi.

Tutto questo è orientato per migliorare la qualità della vita, anche nel quotidiano, ai non vedenti utilizzando il Pilates sia come allenamento fisico sia come momento di socializzazione. Al progetto ha partecipato anche l'Associazione bollatese G.o.s.s. id Fausto Grassi. Pilates in ascolto inizierà a breve dei corsi nell'hinterland milanese ed è gratuito per tutte le persone non vedenti. Informazioni: lifepilates.monica@yahoo.it oppure 347.4049353

Torna su
MilanoToday è in caricamento