menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chattata incriminata su "Facebook"

La chattata incriminata su "Facebook"

Povia, insulti pesanti ai gay su Fb: è putiferio. Lui nega tutto

Il cantante milanese ancora nell'occhio del ciclone: in due distinti post sul suo profilo Facebook avrebbe insultato gli omosessuali. I messaggi ripresi da un gruppo dedicato a Nichi Vendola. Ma nega tutto: "Usato un profilo falso"

Giuseppe Povia e gli omosessuali. Una nemesi che è destinata ad accendere polemiche perenni, dopo la controversa canzone presunta "omofoba" presentata al Festival di qualche anno fa. Il cantante milanese, 40enne, ci sarebbe ricascato. 

Una pagina a sostegno di Nichi Vendola per le Primarie 2013, infatti, ha postato diversi messaggi non proprio eleganti dell'artista contro gli omosessuali. Sotto ve li riportiamo. Tutto sarebbe nato da alcune offese a Povia stesso scritte da altri utenti sul suo profilo. Offese che hanno portato alla reazione dell'autore. In un post si intona una specie di canzoncina in rima (sarcastica e volgare) contro i gay; in un altro, invece, più pesante, si cita l'Arcigay: "Se siete nati così non è mica colpa mia, prendetevela con i vostri genitori... ". 

I post sarrebbero stati rimossi, e non vi è traccia della discussione sul fan page ufficiale del cantante. Lo stesso autore milanese, alla notizia lanciata da MilanoToday, ha smentito di aver mai scritto frasi del genere: "Mai mi permetterei di scrivere così. E' un utente che crea un profilo falso a mio nome, che è stato più volte bannato". Ma i dubbi di molti internauti rimangono.  

post_gay-2

Commenti Povia-2

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento