menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il covid non ferma la solidarietà di Milano: ecco il pranzo di Ferragosto con i più bisognosi

All’Opera Cardinal Ferrari non mancherà il pranzo ma con la giusta distanza e ogni sicurezza

Il pranzo di Ferragosto con i più bisognosi dell’Opera Cardinal Ferrari si farà anche nel 2020. "Fa un caldo torrido, quest’estate. Un’estate strana, con la paura del contagio, il lavoro, per chi può, da recuperare, da far ripartire, l’incertezza del futuro. La quotidianità non è più la stessa, per nessuno, ma soprattutto - scrivono gli organizzatori - per chi ha perso tutto, in questa emergenza. Ma all’Opera Cardinal Ferrari non mancherà il tradizionale Pranzo di Ferragosto, con i posti contati, la giusta distanza e ogni sicurezza, dedicato alle famiglie più povere, ai senza fissa dimora, agli anziani soli".

"Sarà un pranzo di Ferragosto tradizionale, meno affollato, ma carico dell’amore che in ogni grande famiglia che si ritrova non manca mai. A servirli - spiegano - vecchi e nuovi volontari, anche giovanissimi e lo staff di Opera. E soprattutto, tanti donatori, che ci permettono di organizzare una giornata perfetta. Pochi ospiti importanti, tra tutti, Mons. Delpini, Arcivescovo di Milano, che non ha voluto rinunciare al tradizionale pranzo con loro".

"Da quasi cento anni Opera Cardinal Ferrari è vicina a chi ha bisogno, a chi non ha più niente. Anche durante il lockdown - concludono - abbiamo continuato ad accogliere e a prenderci cura dei senza fissa dimora, di chi è solo e delle famiglie più in difficoltà. Lo abbiamo fatto tenendo aperto il centro diurno e i servizi dimezzati, la mensa su due turni, dando priorità ai senza fissa dimora, aumentando la distribuzione di pacchi viveri e le telefonate amiche per chi era chiuso in casa. Lo abbiamo fatto con tanti nuovi volontari, tanti cittadini che, in piena pandemia, muniti di guanti e mascherine, hanno voluto dare una mano a chi stava peggio. Una Milano che aiuta c’è e non gira mai la testa dall’altra parte".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento