Prima Scala, pubblico in delirio: applauso di 15 minuti per Lohengrin

Le polemiche Verdi/Wagner sono veramente cose d'altri tempi: Wagner piace ai milanesi, almeno al pubblico che venerdì sera ha riempito il Teatro alla Scala per l'inaugurazione della stagione

Teatro alla Scala

Le polemiche Verdi/Wagner sono veramente cose d'altri tempi: Wagner piace ai milanesi, almeno al pubblico che venerdì sera ha riempito il Teatro alla Scala per l'inaugurazione della stagione. Lo dimostra l' intensità e il calore dei 15 minuti di applausi che hanno accolto 'Lohengrin' al chiudersi del sipario, dopo quasi cinque ore di spettacolo.

La parte del leone l'ha fatta la musica di questa 'opera romantica', la più 'italiana' fra quelle del compositore tedesco. Grandi applausi infatti a Daniel Barenboim e all'orchestra scaligera ma anche tanti consensi al formidabile coro della Scala diretto da Bruno Casoni, protagonista al pari dei personaggi in scena, che ha entusiasmato l'intera sala del Piermarini al termine dello spettacolo quando, schierato al completo ha intonato l'Inno di Mameli, che è stato cantato da tutti gli spettatori in piedi.

Consensi anche per il regista Claus Guth e l'autore delle scene Christian Schmidt che hanno proposto un Lohengrin fuori dagli schemi della tradizione, ambientando una vicenda della prima metà del decimo secolo in luoghi, architetture e costumi dei tempi di Wagner, a metà dell' Ottocento.

Applausi fragorosi e fiori lanciati dal loggione invece agli interpreti delle due coppie contrapposte che hanno stregato il pubblico dalla prima all'ultima scena: l'una spirituale e pura con Annette Dasch (subentrata all' ultimo momento alle influenzate Anja Harteros e Ann Petersen nel ruolo di Elsa) e Jonas Kaufmann (Lohengrin); l'altra demoniaca e perversa con Evelyn Herlitzius (Ortrud) e Tomas Tomasson (Telramund).

Applausi anche a René Pape e a Zeljko Lucic. Uno spettacolo nel complesso molto apprezzato in una serata all' altezza delle attese del 7 dicembre, a cui hanno partecipato personalità quali il Presidente del Consiglio Mario Monti accompagnato dalla consorte che porta lo stesso nome della protagonista wagneriana; i ministri Corrado Passera, Piero Giarda, Giulio Terzi, la ministra francese della cultura Aurelie Filippetti, la presidente dell'Unione Africana Nikosazana Dlamini-Zuma, la sovrana del Qatar e proprietaria della 'Maison Valentino' Sheikha Mozar, oltre ai più noti nomi milanesi da Umberto Veronesi a Cesare Romiti, da Carla Fracci all'architetto Vittorio Gregotti al sindaco Pisapia, sul palco insieme a Monti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento