menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carla Accardi, "Per gli stretti spazi 1", 1988, vinilico su tela 160x220. Ph. Luca Borrelli

Carla Accardi, "Per gli stretti spazi 1", 1988, vinilico su tela 160x220. Ph. Luca Borrelli

Da Michelangelo ai robot, fino alla Russia: le mostre in programma a Milano fino al 2021

Presentato dall'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno il nuovo palinsesto 2020-2021

"Milano desidera ripartire, riportando nuovamente l'attenzione dei cittadini verso la proposta museale": con queste parole Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, ha inaugurato la nuova stagione di mostre ed esibizioni in città. Una ripresa importante, quella dell'offerta artistica museale, con numerosi appuntamenti riprogrammati a causa del fermo durante il lockdown. Perchè adesso è il momento di ripartire, seguendo i protocolli di sicurezza, e di tornare a vivere l'esperienza di una mostra nel modo "più normale possibile".

Ecco allora che arte, fotografia, scultura e scienza tornano ad essere protagoniste della proposta museale dei prossimi mesi, fino (e oltre) la fine del mandato.

Prima, Donna. Margaret Bourke-White

Palazzo Reale, 25 settembre 2020 - 14 febbraio 2021

Un percorso espositivo, quello dedicato alla grande fotografa statunitense, che si articola in fotografie d'epoca, oggetti e testi autobiografici di una delle esponenti della fotografia mondiale che ha proposto una visione controcorrente dell'epoca in cui ha vissuto. La mostra è parte integrante della rassegna "I talenti delle donne", prolungata fino al 2021 in modo che le iniziative non andassero perse, a causa del fermo durante il lockdown.

Una vita da scienziata

Acquario Civico, 29 settembre 2020 - 1 novembre 2020

Realizzata grazie al contributo della Fondazione Bracco, la mostra raccoglie i volti di alcune tra le più grandi scienziate italiane, per valorizzare la loro figura e il loro ruolo nella ricerca scientifica, oltre che nello sviluppo della cultura della loro epoca. Donne, scienziate, protagoniste di “100 donne contro gli stereotipi”, progetto nato per valorizzare l’expertise femminile. Il percorso di ritratti, realizzato dal fotografo Gerald Bruneau, intende contribuire al superamento dei pregiudizi nella pratica scientifica, che l’immaginario collettivo delinea ancora, a torto, come prettamente maschile.

Carla Accardi, Contesti

Museo del Novecento, 9 ottobre 2020 - 27 giugno 2021

La mostra dedicata a Carla accardi (1924 – 2014) arricchisce il percorso di rilettura delle personalità femminili del secolo scorso intrapreso dal Museo del Novecento. La prima antologica dedicata all’artista dopo la sua scomparsa ripercorre il lavoro di accardi sulla linea di confine tra astrazione geometrica e gesto pittorico, una narrazione completata dall’analisi del contesto storico, artistico, politico e sociale in cui ha operato.

Divine avanguardie. La donna in Russa

Palazzo Reale, 29 ottobre 2020 - 5 aprile 2021

La mostra, nata da una collaborazione esclusiva con il Museo di Stato russo di San Pietroburgo, racconta l’evoluzione culturale e sociale delle donne in russia attraverso le espressioni artistiche dal Xiv al XX secolo: sacre icone, pittura, scultura, grafica e raffinata porcellana. Due grandi capitoli, suddivisi in sezioni, con circa 100 capolavori in larga parte mai esposti prima in italia: da un lato le donne russe raffigurate, dall’altro un capitolo di approfondimento dedicato alle donne artiste in Russia e alla loro evoluzione.

Robot, The Human Project

Mudec, 26 novembre 2020 - 28 marzo 2021

L’avventura della Robotica è un racconto affascinante che il Mudec affronta in una mostra che mette al centro del percorso i robot, tra passato, presente e futuro attraverso. Durante la visita guidata, il pubblico potrà seguire l’evolversi della robotica dai primi automi, allora immaginati per stupire l'umanità delle sue infinite possibitlità, fino alle nuove frontiere dell’intelligenza artificiale. Una riflessione multidisciplinare per vedere come la robotica influenza le nostre vite sulla scala globale.

Tania Burguera

PAC, 13 novembre 2020 - 31 gennaio 2021

Tania Bruguera (1968 La Havana, Cuba) è una degli artisti più influenti sulla scena artistica globale. Mai troppo distante dall’attivismo, la sua ricerca mira a indagare i rapporti tra potere e media attraverso performance spesso provocatorie e tese a sfidare i poteri forti. Al PAC l’artista porta una selezione delle sue azioni più significative, un lavoro pensato per lo spazio milanese e una nuova performance che la vede protagonista in occasione di miart e art Week. Il lavoro curatoriale è a cura di Diego Sileo.

Le signore del Barocco

Palazzo Reale, 3 dicembre 2020 - 11 aprile 2021

Una mostra dedicata alle grandi artiste del '600, come Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani e Fede Galizia. Rimaste nell’ombra fino a pochi decenni fa, la loro arte e le loro incredibili vite vengono oggi riscoperte, a testimonianza di una intensa vitalità creativa. A queste artiste già conosciute, se ne aggiungono altre (Barbara Longhi, Diana Ghisi Scultori, Orsola Maddalena Caccia, Giovanna Garzoni), artiste il cui lavoro è forse rimasto in ombra fino a qualche decennio fa, ma poi riscoperte grazie ad una lettura critica della loro vicenda biografica.

Marieda Scultrice

Casa Museo Boschi di Sefano, febbraio 2021 - aprile 2021

Scultrice, artista e collezionista, Marieda di Stefano è descritta attraverso le sue opere in una mostra che coinvolge tutti gli ambienti della palazzina sede della Casa Museo. Marieda ha diretto per anni la sua scuola di ceramica al piano rialzato di via Jan 15. Mentre al secondo piano si accumulavano le opere della collezione, il cuore creativo della raccolta fioriva nelle relazioni intense e proficue che Marieda stringeva con gli artisti incontrati e con le opere che sbocciavano dalle sue stesse mani. La collezione è stata frutto dello stesso gusto che ha visto nascere le ceramiche di Marieda, oggi finalmente riconosciute come sculture.

Il corpo e l'anima, da Donatello a Michelangelo

Castello Sforzesco, 5 marzo 2021 - 6 giugno 2021

La mostra, nata grazie alla stretta collaborazione con il Museo del Louvre, è dedicata alla scultura italiana del rinascimento, da Donatello a Michelangelo (1460-1520 circa), e si propone di evidenziare, attraverso la scultura, in dialogo con le altre arti (pittura, disegni, oggetti d’arte), i principali temi che percorrono l’arte italiana nella seconda metà del Quattrocento. Un percorso che giunge fino al momento di apogeo del Rinascimento, con uno dei maggiori creatori della storia dell’arte, Michelangelo. Uno dei temi cruciali della mostra è proprio la dualità tra corpo e anima, all'interno dell'evoluzione del rappoòrto con la materia.

Federica Galli, Green Tour

Palazzo Morando, 19 marzo 2021 - 30 maggio 2021

Una mostra di cento acqueforti dell'artista italiana, volta all’idea della rinascita dell’architettura rurale lombarda delle cascine che, esaurito in molti casi il ruolo agricolo operoso del passato, assolve oggi nuove funzioni come luogo di aggregazione, lavoro, salute. L'artista propone anche la rinascita di Milano dalle ferite dei bombardamenti alle determinanti evoluzioni: la metropolitana, il nuovo stadio, l’alzarsi dello skyline. Due, quindi, gli ambienti protagonisti della mostra: la rinascita dell'architettura rurale e la rinascita di Milano dopo i bombardamenti della 2° guerra mondiale, all'interno di un vero "green tour" che permette di ricostruitre la figura poliedrica dell'artista.

Furla Series #03, Nairy Baghramian

Gam, marzo 2021- giugno 2021

Prima personale dell’artista in una istituzione italiana, la mostra di Nairy Baghramian (iran, 1971) è un progetto promosso da Fondazione Furla e dalla GaM. In esposizione una nuova serie di sculture di grandi dimensioni, ognuna delle quali concepita per abitare sia l’interno che l’esterno della GaM, combinando una riflessione sul gioco con una indagine sugli spazi interstiziali. La mostra è prodotta con il contributo della Fondazione Henraux.

Grazia Varisco. Il caso, tra le pieghe della mente

Palazzo Reale, 2021

Questa mostra antologica ripercorre 60 anni di ricerca e progetto sugli aspetti di percezione plurisensoriale tradotti in attive esperienze estetiche. Dalle prime ricerche di arte cinetica e programmata, il lavoro di Grazia Varisco ha una costante evoluzione nella sperimentazione di diverse tematiche che mettono in relazione spazio/tempo, caso/programma, presentate in differenti forme espressive non convenzionali.

Mario Sironi

Museo del Novecent, luglio 2021 - marzo 2022

Un'antologica dedicata a Mario Sironi (Sassari, 1885-Milano, 1961) che attraversa tutti i periodi della sua produzione a cento anni dalla prima esposizione dei paesaggi urbani alla Galleria arte in via dante nel 1920. Le opere in mostra spaziano dal periodo giovanile simbolista alla stagione futurista, esplorano il momento metafisico, la stagione classica e la fondazione del Novecento italiano e documentano la grande decorazione degli anni trenta, il ritorno alla misura piccola del secondo dopoguerra, il dialogo con l’informale dell’ultimo periodo.

Realismo magico

Palazzo Reale, 6 novembre 2021 - 6 marzo 2022

A più di trent’anni di distanza dall’esposizione milanese della pittura italiana degli anni ‘20 e ‘30 sotto la definizione di Realismo Magico, una mostra innovativa, ricca e articolata relativa al fenomeno dei realismi nella pittura europea e statunitense tra il 1920 e il 1930 con circa 80 dipinti, alcune sculture, disegni e materiale documentario. Da Casorati a De Chirico, fino ad altri importanti rappresentanti del realsimo magico, il perocorso espositivo sviluppa una riflessione su relazioni e reciproche influenze di artisti e correnti, in un momento estremamente signitìifcativo per la pittura italiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento