I ragazzi di Bollate vincono la rassegna concorso internazionale del Fatf

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Con lo spettacolo Moby-Dick - Improvvisazione di viaggio, i ragazzi del Gost si aggiudicano il premio della Giuria Esperti Grande successo per Bollate oggi, nella giornata conclusiva della XVI Rassegna Concorso organizzata dal Franco Agostino Teatro Festival di Crema. Sul palco del Teatro S. Domenico, ben otto gruppi teatrali di ragazzi delle scuole superiori provenienti da diverse regioni d'Italia e d'Europa hanno portato in scena i loro splendidi spettacoli, ma anche - e soprattutto - le loro grandissime emozioni. Ad aggiudicarsi il premio della Giuria Esperti, che vanta tra i suoi membri alcune personalità altamente qualificate provenienti da tutta Europa, sono stati infatti proprio i giovani attori del Gost di Bollate, che hanno portato in scena lo spettacolo Moby Dick - Improvvisazione di un viaggio. In merito, affermano i giurati: "Particolarmente apprezzabile la costruzione corale della performance, strutturata sul rapporto ben equilibrato tra gruppo e individualità. Interessante l'integrazione di linguaggi non verbali e l'uso appropriato di mimica e gestualità. Un bel ritmo scenico e la consapevolezza degli interpreti hanno sostenuto lo spettacolo in tutta la sua durata." La Giuria Ragazzi, composta da più di 400 studenti cremaschi, ha invece assegnato la Coppa Bandirali a Questo matrimonio s'ha da fare, lo spettacolo del Liceo Gandini-Verri di Lodi. In palio per i vincitori la straordinaria possibilità di portare il loro talento su un palco prestigioso come quello del Piccolo Teatro di Milano, da sempre vicino ai valori e agli obiettivi del FATF. Il Franco Agostino Teatro Festival (FATF) è un'associazione culturale che si propone di incentivare e promuovere la conoscenza e la pratica del teatro dei ragazzi a livello nazionale ed europeo. Tra i suoi obiettivi c'è quello di tutelare il mondo dell'infanzia e dell'adolescenza e di educare alla cultura, mediante la valorizzazione della creatività artistica ed espressiva di bambini e ragazzi. Ma anche promuovere nelle scuole, attraverso una fitta serie di iniziative, percorsi innovativi di teatro e arti visive (laboratori, spettacoli, rassegne teatrali, mostre ed eventi) finalizzati ad avvicinare i giovani alla cultura e al patrimonio territoriale e rendendoli protagonisti.

Torna su
MilanoToday è in caricamento