menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo show a San Siro (foto Castaldo da Tw)

Lo show a San Siro (foto Castaldo da Tw)

Concerto Depeche Mode a San Siro: band in gran forma, stadio sold-out

Prima tappa italiana del tour: il gruppo di Dave Gahan in grande forma

"C'è solo un modo per placare la mia anima". A cantarlo nel ritornello di 'Soothe my soul', secondo singolo estratto dal nuovo e tredicesimo album dei Depeche Mode, 'Delta Machine', è Dave Gahan, che forse, pensando a quel modo di soddisfare la parte più profonda di sè, si riferisce anche a quei concerti da stadio come quello andato in scena giovedì sera a San Siro (video), prima tappa italiana da tutto esaurito delle due previste per il nuovo tour che sabato porterà il gruppo anche a Roma.

Anticipati sul palco dai Motel Connection di Samuel (dei Subsonica) e dagli scozzesini synthpop rivelazione Chvrches (che si pronuncia Churches e che per la BBC sono tra le cinque band più promettenti dell'anno), la formazione di Gahan, il front-man trascinatore di folle, Martin Gore, il genio creativo del gruppo e paroliere per eccellenza del trio, ed Andrew Fletcher, il 'manager' della band e per anni il contraltare alle stravaganze dei primi due, si è ripresenta in quel del Meazza a quattro anni di distanza dal 'Tour of the universe' e intonando in rapida sequenza la tripletta di 'Welcome to my world', 'Angel', dal nuovo lavoro da studio, e 'Walking in my shoes', come nelle date che le sere scorse hanno anticipato quelle italiane e che hanno confermato la grande forma in cui si trova il gruppo, quasi negli anni non si fosse presentato nessun problema all'interno del gruppo, quasi come Gahan, in gilet e torso nudo d'ordinanza, non fosse 'morto per tre minuti' per overdose da eroina anni fa e quasi come la band fosse nata solo qualche anno fa anziché nel 1980.

Il live è una carrellata tra nuovo e antico, che per i Depeche Mode è il caso di chiamare archivio storico, da 'Precious' a 'Black celebration' (tornata in scaletta dopo anni di assenza dai live), passando per 'Higer love' e 'Shake the disease' cantate interamente da Gore, anche lui per l'occasione in gilet (e torso nudo). La più ballata dall'ultimo lavoro, il singolone 'Soothe my soul', mentre dal passato elettronico, 'Enjoy the silence', quella con la quale Gahan e soci non sbagliano mai dal vivo ricordando a tutti i presenti chi sono i Depeche Mode.

Poi, 'Personale Jesus', suonata con inizio sornione e seguito da stadio tutto in piedi,in un rave catartico-elettronico e tribune ondeggianti. Per i fan che sui biglietti per gli stadi di Milano e Roma non sono riusciti proprio a metterci le mani, non tutto è perduto.

A grandissima richiesta i pionieri inglesi della musica elettronica fatta in un certo modo, hanno infatti annunciato le date della seconda tranche del loro 'Delta Machine World Tour' che li riporterà anche in Italia, questa volta nei palazzetti. Gli appuntamenti con Gahan, Gore e Fletcher sono quindi per il prossimo mese di febbraio, il 18 al Palaolimpico di Torino, il 20 al Mediolanum Forum di Milano e il 22 all'Unipol Arena di Bologna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento