Eventi

Il grande sassofonista Mattia Cigalini a Milano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Serata di grande spolvero il 7 ottobre a Milano al Caffè Doria Jazz Club. A render concreto questo termine, un locale colmo all’inverosimile, appassionati e non a dare sonorità al loro gradimento con calorosissimi ed ininterrotti applausi. Veramente un “parterre de rois”!      Artefice di questo evento un trio di ottimi musicisti come: Davide Corini (pianoforte), Luca Garlaschelli (contrabbasso) e Massimo Pintori (batteria). Ma la grandezza di questi musicisti non si concretizza solo nella loro esperienza, bravura, capacità di improvvisazione, nella scelta del repertorio proposto ma anche e soprattutto nella scelta quale “guest star” di un giovane ma già affermatissimo alto sassofonista quale Mattia Cigalini. Dicevamo dell’indovinato repertorio per metter in maggior evidenza un ospite così importante. Infatti che dire di brani come “Solar” del 1954 attribuito a Miles Davis o di "Confirmation" uno standard bebop composto da un altro celebre sassofonista come Charlie Parker nel 1946 oppure Lullaby of Birdland” composto nel ’52 e dedicato allo stesso Parker, What Is This Thing Called Love?” composto da Cole Porter nel ’52 e molti altri ancora per due set di piacevolissimo grande jazz. Che dire anche dei musicisti? Bravissimi, particolarmente ispirati tutti senza alcune distinzione. Davide Corini al pianoforte, è una sicurezza con il suo personalissimo tocco ed il modo di improvvisare sempre misurato, preciso ed incisivo, un grande Luca Garlaschelli al contrabbasso che ha “scambiato” con un altrettanto bravissimo Massimo Pintori   alla batteria. “Primus inter pares” il sax contralto di Mattia Cigalini che ha confermato di esser ormai fra i migliori strumentisti ad ancia di livello mondiale. Tra il folto pubblico musicisti di ottimo livello che hanno tributato al quartetto complimenti ed applausi. Tra loro la voce di Ilaria Basile che ha accettato l’invito di esibirsi proponendo, dal suo ultimo album, il miglior Gershwin. Per tutti grandi consensi. Una serata di ottimo Jazz.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il grande sassofonista Mattia Cigalini a Milano

MilanoToday è in caricamento