Scuola Centrale Formazione dal 30 settembre a Expo Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Mercoledì 30 settembre e Giovedì 1 ottobre Scuola Centrale Formazione, ente nazionale riconosciuto dal Ministero del Lavoro - ai sensi della legge 40/87 - che agisce anche a livello internazionale nel campo della formazione professionale e della transizione al lavoro, promuove "Expo-niamoci!", due giornate di eventi rivolti a studenti e formatori della propria rete associativa.

 Scuola Centrale Formazione, da sempre attenta ai temi dell'internazionalizzazione e dell'innovazione in materia di Turismo e Ristorazione, non poteva mancare all'Esposizione Universale di Milano Expo 2015, il più grande evento mai realizzato sull'alimentazione e la nutrizione.

Per sostenere la partecipazione dei giovani e dei formatori ad EXPO, Scuola Centrale Formazione ha progettato e diffuso tra i suoi enti soci un modulo formativo-educativo che è stato riconosciuto e inserito dal MIUR nell'ambito del Progetto Scuola di EXPO, programma di educazione alimentare che coinvolge l'intero sistema scolastico nazionale e punta sulla forza educativa e culturale del tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita", che alimenta il dibattito globale attorno alla sostenibilità ambientale.

A beneficiare dell'iniziativa saranno in totale 1.500 studenti della rete associativa di Scuola Centrale Formazione, ragazze e ragazze che potranno visitare Expo tra settembre e ottobre 2015.

In questo contesto, nelle giornate del 30 settembre e 1 ottobre, in particolare, Scuola Centrale Formazione realizzerà, anche in collaborazione con la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, una serie di eventi, che vedranno coinvolti in prima persona 150 studenti e formatori dei percorsi di Formazione Professionale degli enti soci di SCF del settore Turismo, Ristorazione e Agroalimentare, al fine di promuovere percorsi di apprendimento sul tema del cibo e dell'alimentazione, ma anche sostenere il network di collaborazione tra professionisti della ristorazione per incoraggiare un sistema di sostegno e sviluppo di competenze.

La giornata di Mercoledì 30 settembre si suddividerà in due percorsi, uno dedicato agli studenti e uno ai formatori.

  • I formatori sono invitati a partecipare al Workshop "Il Sistema duale: l'esperienza tedesca e la proposta italiana", ore 15.00 - 16.30, presso il Padiglione KIP - International School (Pad 8). Interventi di Timo Vasta e Dirk Derichs, Istituto di Formazione per le professioni tecniche e sanitarie della città di Achen (Germania), una scuola che accoglie ad oggi circa 2.500 studenti e propone percorsi di qualifica in "Dualsystem" in stretta collaborazione con le imprese; Giorgio Allulli, Esperto di Politiche Formative Europee; Maurizio Drezzadore, Consulente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il workshop è patrocinato dalla Regione Lombardia, al cui Assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro, Valentina, Aprea, sono affidate le riflessioni conclusive dell'incontro.
  • Gli studenti sono invitati a partecipare a "The Cooking Show", presso Media Center- Studio RAI (Pad. 1) per assistere alla registrazione del programma televisivo in onda sulle reti RAI durante il quale due chef scelti tra i più interessanti protagonisti del panorama gastronomico italiano e internazionale, preparano piatti caratterizzati da un forte legame col territorio di provenienza e da uno spiccato gusto per la creatività. Conduce Lisa Casali, foodblogger sensibile al tema della lotta allo spreco alimentare, che cucinerà un terzo piatto con quanto avanzi degli ingredienti utilizzati dagli chef.

La giornata di Giovedì 1 ottobre, vede insieme studenti e formatori protagonisti di una Cooking Competition pressoMedia Center- Studio RAI (Pad. 1).

L'evento è promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione conl'Università di Bologna- Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari, Last Minute Market e Scuola Centrale Formazione, tappa speciale del format "primo non sprecare" ideato nell'ambito dell'iniziativa "un anno contro lo spreco".

Si tratta di una gara a squadre nella quale gli studenti, sotto la supervisione di chef professionisti, cucineranno utilizzando ingredienti poveri o a rischio di essere sprecati. Mentre una parte degli studenti cucina, gli altri costituiscono la giuria, presieduta da esperti quali il Dott. Luca Falasconi e Andrea Segrè di Last Minute Market, chiamati a valutare l'impronta idrica, l'impronta di carbonio e in sintesi l' "impatto ambientale" delle portate. A condurre ed animare l'evento Bruno Pizzul e Massimo Cirri.

Si aggiudicherà la vittoria la squadra che avrà preparato piatti che non siano solo buoni ma anche "sostenibili" dal punto di vista economico e ambientale.

Partecipa all'evento il Ministro plenipotenziario Cristiano Maggipinto, Capo Ufficio IX della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri.

L'esperienza si concluderà con una visita ai padiglioni, secondo un percorso consigliato attraverso i cinque continenti, i cluster e il Padiglione Zero che racconta e approfondisce le riflessioni sulla necessità di un consumo consapevole ed equilibrato delle risorse alimentari.

SCUOLA CENTRALE FORMAZIONE

Scuola Centrale Formazione è un'associazione che agisce a livello nazionale e internazionale nel campo della formazione professionale e della transizione al lavoro con l'obiettivo di favorire la condivisione, lo scambio di esperienze e qualificare gli operatori della propria rete di enti associati, proporre sperimentazioni e offrire servizi in risposta ai bisogni individuati dagli enti soci.

Aderiscono a Scuola Centrale Formazione, attiva dal 1975, 43 enti associati, che complessivamente hanno circa 100 sedi distribuite in 10 regioni italiane, offrendo i loro servizi a oltre 20.000 beneficiari all'anno.

DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO (DGCS)

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (MAECI)

La Cooperazione allo sviluppo mira a garantire il rispetto della dignità umana e assicurare la crescita di tutti i popoli. La Cooperazione italiana nasce negli anni Cinquanta con una serie di interventi di assistenza messi in atto in Paesi legati all'Italia da precedenti vincoli storici. Successivamente l'Italia ha avviato un'attività di cooperazione più sistematica intesa a contribuire agli sforzi internazionali per alleviare la povertà nel mondo e aiutare i Paesi in via di sviluppo (Pvs) a rafforzare le rispettive istituzioni. Di recente le nuove emergenze umanitarie hanno conferito alla cooperazione un ruolo sempre più rilevante nelle scelte di politica estera italiana, in armonia con gli interventi per il mantenimento della pace e la gestione dei flussi migratori.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento