Sala Bio presenta Sugar man al cinema Colosseo

Sala Bio Milano presenta Sugar Man (versione originale sottotitolata) - film premio Oscar sulla vita di Sixto Rodriguez - presso il Cinema Colosseo domani, martedì 19 novembre alle ore 21.00.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Sala Bio Milano presenta SUGAR MAN (Versione Originale sottotitolata)

Prosegue nelle città italiane il successo del film _ premio Oscar®_ che racconta

la storia di Sixto Rodriguez

martedì 19 novembre - Cinema Colosseo - ore 21.00

viale Monte Nero, 84 - Milano

Sala Bio Milano propone per martedì 19 novembre (ore 21 , cinema Colosseo, Via Monte Nero) Sugar Man, il film documentario premio Oscar®, presentato a giugno in anteprima nazionale al Biografilm Festival - International Celebration of Lives di Bologna, e distribuito nelle sale italiane grazie alla collaborazione tra I Wonder Pictures e Officine Ubu.

COSA E' SALA BIO

L'obiettivo è di offrire al pubblico milanese l'opportunità di entrare a far parte di una community che ogni settimana si ritrova in Sala Bio per scoprire importanti, appassionanti, divertenti storie di vita. Rispondendo così alla richiesta di un nuovo pubblico che ama il cinema di qualità e che ha piacere di condividere esperienze e visioni in un contesto culturale coerente e continuativo.

Sala Bio Milano è realizzato da Biografilm Festival in collaborazione con il Cinema Colosseo di Milano; promosso dall'Associazione Fanatic About Festivals; si svolge con la partnership di Unipol Gruppo Finanziario, Lufthansa, I Bibanesi, Mymovies, Cinema Colosseo, TVN Televisionet.tv.

SINOSSI - Sugar Man
(Svezia/UK, 2012, 86') di Malik Bendjelloul

Ci sono storie che valgono più di un premio Oscar®. È il caso di Sixto Rodriguez, il più insolito successo nella storia della musica. Lo scoprono in un bar di Detroit, alla fine degli anni Sessanta, due produttori convinti d'aver trovato il profeta di una generazione. Avevano ragione, ma il pubblico non se ne accorge: il primo disco di Rodriguez è un capolavoro ma anche un fiasco. Negli Usa. Ma nel Sud Africa dell'Apartheid, dove arriva clandestinamente, Rodriguez diventa una leggenda, la sua musica la colonna sonora di una generazione in lotta. All'insaputa dell'autore, che si ritira dalle scene. Finché, trent'anni dopo, due fan decidono di mettersi sulle sue tracce, scoprire che fine ha fatto e cosa è andato storto. Oscar® 2013 per il miglior documentario.

Torna su
MilanoToday è in caricamento