"Giorgio Ambrosoli" con Luca Maciacchini al nuovo teatro Ariberto di Milano

~~LUCA MACIACCHINI IN "GIORGIO AMBROSOLI"
DI MICHELA MARELLI E SERENELLA HUGONY BONZANO
DEBUTTA AL NUOVO TEATRO ARIBERTO DI MILANO
Monologo di "teatro-canzone" basato sulle testimonianze dirette dei familiari dell'avvocato milanese
3-4-5-6 e 10-11-12-13 aprile 2014
Ore 20.45 giorni feriali; 16.30 domenica
Nuovo Teatro Ariberto, via Daniele Crespi 9, Milano


«Una ballata su mio padre. Strano, questa non l'aveva ancora pensata nessuno». Così Francesca Ambrosoli commenta il debutto, presso il Nuovo Teatro Ariberto di Milano, dello spettacolo dedicato alla memoria del padre Giorgio che vede protagonista, anche nella realizzazione musicale, Luca Maciacchini, per la regia di Michela Marelli, testi di Marelli e Serenella Hugony Bonzano, disegno luci di Nicolò Leoni.
Attraverso la formula del "teatro-canzone", Luca Maciacchini- da solo in scena, alternando al racconto canzoni originali e accompagnandosi con la chitarra- narra la vicenda umana e professionale dell'avvocato milanese, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona che pagò con la vita il suo alto senso dello Stato e del dovere morale. La rappresentazione si basa sulle testimonianze dirette dei familiari: la moglie Annalori e il figlio Umberto (raccolte dallo stesso Luca Maciacchini) e i testi fondamentali scritti sulla vicenda, tra cui "Un eroe borghese" di Corrado Stajano e "Qualunque cosa succeda" del figlio Umberto Ambrosoli.
«Luca Maciacchini racconta la vita di mio padre e la storia d'Italia negli anni '70-'80, passando da monologhi a canzoni ironiche per descrivere i personaggi dell'epoca legati alla mafia italo-americana e conclude con il brano "Essi non sono più", dove elenca, per nome e cognome, le numerose vittime di quel periodo» spiega Francesca Ambrosoli. «Penso che, per come è concepita, la performance sia molto adatta a un pubblico giovane. E il fatto che la storia di mio padre possa essere conosciuta dai ragazzi mi fa sempre molto piacere». Non a caso, la ballata è proposta anche nelle scuole, come spunto di riflessione sui temi della legalità.
In un ruolo misto tra attore, cantautore e, potremmo dire, docente, Luca Maciacchini racconta la vita di Giorgio Ambrosoli, partendo da una narrazione tipo "cantastorie" e approfondendo la storia con elementi esplicativi che offrono allo spettatore la consapevolezza di una vicenda con dei lati, anche tecnicamente, oscuri. «Questo lavoro segna per me un grande punto di svolta- dichiara l'attore, da tempo impegnato in importanti produzioni di teatro-canzone, in Italia e all'estero- perché è mosso dalla necessità di dare un contributo alla ricostruzione di qualcosa di cui oggi c'è molto bisogno: la memoria. Per sconfiggere l'indifferenza che è l'elemento primario che nutre il potere».
«I testi dei monologhi, scritti da Michela Marelli e Serenella Hugony Bonzano, rendono chiari anche i giri finanziari e i cambi di società fantasma che Sindona escogitava per raggiungere i suoi scopi, tenendo sempre alto il livello d'attenzione del pubblico- aggiunge Francesca Ambrosoli- lo spettacolo è quindi un' occasione di pregio per raccontare le vicende oscure del nostro Paese e far conoscere comportamenti virtuosi e personaggi esemplari, pur nella loro semplicità».
Dopo la tappa di aprile al Nuovo Teatro Ariberto la rappresentazione si sposterà a Salerno e Catania e culminerà, l'11 luglio, a Milano in Piazza Affari, nell'ambito della manifestazione "Milano e la memoria", curata dal giornalista Daniele Biacchessi.
"Giorgio Ambrosoli" si è aggiudicato il "Premio Isabella D'Este" per il teatro-canzone nel 2011 ed è stato presentato nel corso della Stagione 2011-2012 al Teatro Litta di Milano, con il patrocinio delle Fondazioni "Giorgio Ambrosoli" e "Litta".

"Giorgio Ambrosoli"
con Luca Maciacchini
di Michela Marelli e Serenella Hugony Bonzano
musiche e canzoni di Luca Maciacchini
disegno luci di Nicolò Leoni
regia di Michela Marelli
3-4-5-6 e 10-11-12-13 aprile
Nuovo Teatro Ariberto, via Daniele Crespi 9, Milano
MM2: Sant'Agostino, Sant'Ambrogio
Bus: 74, 47, 59, 94
Tram: 14, 2
Parkeggio BikeMi Piazza Sant'Agostino
Parcheggio a pagamento via Ariberto
Da mercoledì a sabato ore 20.45; domenica ore 16.30
Biglietti 12 euro; studenti 8 euro, gruppi con più di 15 persone 10 euro
Durata 1 ora e 10 minuti
www.nuovoteatroariberto.it

~~LUCA MACIACCHINI (Varese, 29.5.1973)

Dopo la maturità classica si diploma attore presso la Scuola d'arte drammatica "PAOLO GRASSI" di Milano e in
chitarra classica presso il Conservatorio musicale statale "GUIDO CANTELLI" di Novara.
Lavora in teatro con registi del calibro di Gabriele Vacis, Michal Znaniecki, Eugenio Allegri, Giampiero Solari,
Roberto Brivio, Walter Manfrè ed al fianco di noti personaggi del cabaret come Enrico Beruschi, Nanni Svampa,
Rocco Barbaro.
Ha tenuto alcuni concerti di chitarra classica solista in Italia e in Svizzera.
Nel 1999 pubblica il libro "ANIMA SALVA - Le canzoni di Fabrizio De Andrè", un saggio dedicato all'opera del cantautore
genovese e, nel 2001 è fra i protagonisti del convegno concerto "Con Fabrizio De Andrè alla ricerca dell'uomo"
-svoltosi in provincia di Cuneo- al fianco di Roberto Vecchioni , PFM, David Riondino, Fernanda Pivano, Antonio Albanese.
Nel 2002 vince il trofeo "Delfino d'argento" piazzandosi secondo classificato assoluto al "6° FESTIVAL NAZIONALE
DELLA CANZONE DIALETTALE" di Ospedaletti (IM), quale unico rappresentante della regione Lombardia.
Nel 2003 è finalista al "Festival autori e cantautori" di Biella, nel 2004 si aggiudica il premio "SCRIVENDO CANZONI"
al Festival "PAROLEMUSICA" di Sermide (MN) e nel 2005 è terzo classificato al festival "NOTE RADICI"
organizzato dalla provincia di Varese e partecipa come ospite al "MANTOVA MUSICA FESTIVAL".
Nel 2008 è finalista al festival "Botteghe d'autore" di Salerno.
Vince inoltre, nel 2000, il "Premio per la migliore colonna sonora" alla settimana della cultura di Foligno
(PG) con lo spettacolo "MILAN L'E' ON GRAN MILAN" e, nel 1999 il "Premio speciale della giuria per l'interpretazione"
al 1° concorso di teatro giovanile città di Varese con lo spettacolo "UN'INFANZIA".
Con la regista e drammaturga Michela Marelli realizza gli spettacoli (prodotti da Teatro "In Folio") "VIRGILIO È BALLABILE"
(2003), "OMERO JAZZ & BLUES" (2008), "ANTONIA POZZI" (2009, con Lucilla Giagnoni).
Nel 2006, è voce recitante nel cd "MOZART - Vita e capolavori" uscito allegato alla rivista musicale "Amadeus" per
l'etichetta "PARAGON".
Nel 2008 esce il suo primo cd cantautorale "SEMAFORO ROSSO".
Nel 2010 il secondo cd "IL BOOMERANG DI DANTE".
Compare in diverse trasmissioni televisive, appare nel cortometraggio "IN TRAM" (2003, regia di Filippo Soldi,
distribuzione CARO FILM -Roma-, vincitore del premio "N.I.C.E." di New York), compare nello spot televisivo "Agos
Itafinco", realizza come attore e cantante il documentario "VARESE - il sapore di una città" , prodotto dalla Regione
Lombardia (regia di Donato Pisani), realizza la trasmissione radiofonica "S.M.S.P.Q.R." per la Radio Svizzera Italiana
(RTSI) - Rete Uno, e realizza le musiche di scena nello spettacolo "VIVERE… SUL LAGO", con gli attori della
soap opera "VIVERE" (Canale 5), diretto da Edoardo Siravo; è fra i protagonisti della ripresa dello storico spettacolo
"MILANIN MILANON" per la regia di Franco Friggeri al teatro della Memoria di Milano.
Nel 2009 lavora nello spettacolo diretto ed interpretato da Gianni Pettenati "Breve storia della canzone raccontata
a memoria" (Teatro "Out off" di Milano).
Nel 2010 compare nel film di Aldo Giovanni e Giacomo "LA BANDA DEI BABBI NATALE".
E' titolare della cattedra di chitarra classica presso la scuola musicale "L'albero delle note" di PURA (Svizzera,
Canton Ticino).

Info
www.lucamaciacchini.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Mostra Frida Kahlo alla Fabbrica del Vapore: "Il caos dentro"

    • dal 10 ottobre 2020 al 2 maggio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • "Frida Kahlo - Il Caos dentro". A Milano una grande mostra dedicata all'artista messicana

    • dal 10 ottobre 2020 al 2 maggio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • Anche a Milano arrivano gli straordinari concerti di musica classica al lume di candela

    • dal 15 febbraio al 2 marzo 2021
  • Riapre la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro

    • dal 2 febbraio 2021 al 5 maggio 2022
    • Fabbrica del Vapore
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    MilanoToday è in caricamento