Prima nazionle allo Spazio tertulliano dal 7 al 18 maggio 2014

Una prima nazionale allo Spazio Tertulliano dal 7 al 18 maggio 2014

dal romanzo di Georges Simenon

Lettera al mio giudice

adattamento e regia Giuseppe Scordio

con Massimo Loreto e Caterina Bajetta

produzione Spazio Tertulliano

Mai rappresentato in Italia, Lettera al mio giudice di Georges Simenon è in scena allo Spazio Tertulliano per la regia di Giuseppe Scordio, interpreti d' eccezione Massimo Loreto e Caterina Bajetta.

Lettera al mio giudice è un capolavoro della letteratura, ancora oggi d' impressionante attualità in quanto capace di stimolare una riflessione e un dibattito sul delicato tema della violenza contro le donne.

Mio caro giudice,

vorrei tanto che un uomo, un uomo solo mi capisse e desidererei che quell' uomo fosse Lei…

Georges Simenon, autore celebre per essere l'ideatore del commissario Maigret, protagonista di racconti polizieschi, scrive questo romanzo per sfidare la morale corrente, le convenzioni della vita matrimoniale e della società borghese della Francia della fine degli anni 40. Il romanzo è scritto in forma di lettera al giudice istruttore Ernest Coméliau da un uomo, Charles Alavoine, medico di campagna, vedovo con due bambine e risposato infelicemente con una donna di nome Armande. Durante questo matrimonio si innamora perdutamente di una ragazza dal passato torbido, Martine. La loro storia è fatta di passione, amore, ma anche di gelosia e violenza: lui la picchia frequentemente, e un giorno la uccide. Nella lettera, Charles non si giustifica né tenta di spiegarsi ma racconta la propria vita, le proprie passioni ossessive, e l'omicidio. Un ultimo breve capitolo dice che, lo stesso giorno in cui il giudice riceve la lettera, l'uomo si suicida nell'infermeria del carcere.

Massimo Loreto_ Diplomato con medaglia d'oro nel 1974 all'Accademia dei Filodrammatici di Milano, ha prevalentemente frequentato il teatro classico, interpretando ruoli da protagonista, o comunque di rilievo, all'interno di importanti compagnie (Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile del Veneto, Gruppo della Rocca, Teatro Franco Parenti, Compagnia privata di Giulio Bosetti, Compagnia privata di Glauco Mauri, ecc). Ha lavorato con registi quali Aldo Trionfo, Guido De Monticelli, Franco Parenti, Andrée Ruth Shammah, Gianfranco De Bosio, Massimo Navone, Walter Manfrè, Beppe Navello, Glauco Mauri, Giulio Bosetti. Nel 2003 ha ricevuto il Premio Borgio Verezzi per l'interpretazione del personaggio di Balanzone ne Il bugiardo di C. Goldoni, allestimento del Teatro Carcano di Milano per la regia di Giulio Bosetti.

Intensa è stata la sua attività radiofonica con la RAI e con la RSI. Negli anni '80 ha partecipato ad alcuni sceneggiati RAI per la regia di Mario Morini. Nel cinema ha lavorato, fra gli altri, con Marco Bellocchio (Marcia trionfale), Peter Del Monte (Piso Pisello), Maurizio Nichetti (Domani si balla), Michel Ribet (La galette du roi).

Caterina Bajetta_ Diplomata alla scuola del Piccolo Teatro di Milano; interpreta ruoli da protagonista o comunque di rilievo in molteplici produzioni teatrali: I Soldati di Lenz, regia L. Ronconi (2005), Turandot, di Gozzi, regia di De Bosio (2006), Gli Innamorati, di Goldoni, regia di Massimo De Francovich (2007), La Piovana, Ruzante, regia di De Bosio, I Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello, regia di Giulio Bosetti (2008), Sior Todero brontolon di Goldoni, con Giulio Bosetti, regia di G. Emiliani (2009), Macbeth di Shakespeare, regia di Paola Giacometti (2010), La donna che visse due volte, dal romanzo di Boileau e Narcejac, regia di Alberto Oliva e Romilda Merli (2011) La bottega del caffé, di Goldoni, regia di Giuseppe Emiliani (2012), L'Angelo Azzurro, regia di Paolo Giorgio (2013), Le Affinità elettive, regia di Paolo Giorgio (2014).

Giuseppe Scordio_ Si forma sotto la guida di Giulio Bosetti presso il Teatro Carcano di Milano. Debutta nel 1996 ne Un amore di Dino Buzzati. Recita tra l'altro ne Il Bugiardo, Così è se vi pare, I sei personaggi in cerca d'autore, Antigone e I Dialoghi di Socrate per la regia di Giulio Bosetti, in Lorca: tra la vita e la morte e Van Gogh per la regia di Pippo Carbone e nella Maria Brasca con Adriana Asti diretto da Andrée Shammah. Mette in scena ed interpreta Il diario di un killer sentimentale di Luis Sepùlveda. Per il cinema ha girato Il giovane Mussolini con Antonio Banderas con la regia di Gianluigi Calderone. Prende parte a varie fiction nazionali.

Nel 2010 fonda e assume la Direzione artistica del teatro Spazio Tertulliano.

Orario SPETTACOLI: da mercoledì a sabato ore 21.00 - domenica ore 20.30

BIGLIETTI: 16 € intero/10 € over 60, under 26, convenzioni/ 7 € Scuole di teatro

Per informazioni e prenotazioni: 02 49472369 oppure 320 6874363

biglietteria@spaziotertulliano.it info@spaziotertulliano.it

ufficiostampa.tertulliano@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Mostra Frida Kahlo alla Fabbrica del Vapore: "Il caos dentro"

    • dal 10 ottobre 2020 al 2 maggio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • "Frida Kahlo - Il Caos dentro". A Milano una grande mostra dedicata all'artista messicana

    • dal 10 ottobre 2020 al 2 maggio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • Anche a Milano arrivano gli straordinari concerti di musica classica al lume di candela

    • dal 15 febbraio al 2 marzo 2021
  • Riapre la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro

    • dal 2 febbraio 2021 al 5 maggio 2022
    • Fabbrica del Vapore
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    MilanoToday è in caricamento