rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Eventi

Un piccolo marchio italiano si oppone ad un colosso multinazionale

L'opuscolo "Tutto In Tasca" distribuito gratuitamente

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Era il Maggio 2008 quando il Ministero dello sviluppo economico italiano accoglieva la domanda di registrazione del marchio "Tutto In Tasca", presentata da roberto attanasio per promuovere le isole Tremiti.

Un'idea semplice, un opuscolo cartaceo e on-line con tante informazioni utili distribuito gratuitamente ai turisti e ai cittadini dell'arcipelago pugliese, di cui sono originari il padre e il nonno dell'autore del tascabile. Col passare degli anni l'idea cresce e prende piede anche nelle città Lombarde di Legnano, Castellanza, Parabiago e ad oggi l'opuscolo "Tutto in Tasca" viene distribuito in 7 regioni italiane e due fiere internazionali. Nel Gennaio 2013 però anche Vodafone ha un' "idea" che guarda caso si chiama "TuttoInTasca" e deposita una domanda per lo stesso marchio, creando così il rischio di confusione nei consumatori del web e ostacolando l'espansione del progetto "Tutto In Tasca" anche tramite il lancio di un'applicazione mobile. Seppur in un primo momento, Attanasio era lusingato che un'azienda prestigiosa avesse voluto usare un marchio uguale al suo, decide poi di scrivere una lettera di diffida alla Vodafone e di presentare opposizione al Ministero dello sviluppo economico per evitare che Vodafone di fatto oscurasse il marchio originale e/o addirittura lo inibisse chiedendo la tutela del proprio. Insomma, Davide contro Golia, ma stavolta il finale è ben diverso dal biblico episodio: non ci sarà scontro, nè lotta, nè vittoria per Davide, ma neppure onorevole sconfitta, come accade sempre più spesso nel nostro belpaese le regole del gioco sono dettate da una burocrazia farraginosa complessa che tutela sempre il Golia di turno. Infatti, i giudici del Ministero dichiararono l'opposizione del Sig. Attanasio "inammissibile" poiché nel modello prestampato scaricato dal Sito del Ministero per l'introduzione dell'opposizione, il piccolo "Davide" Attanasio, commise l'errore di spuntare una casella con una crocetta….che mai avrebbe dovuto! Tale errore banale è stato rilevato immediatamente, comportando il rigetto dell'opposizione. Morale: per Attanasio assenza completa di tutela e richiesta cestinata prima di essere letta. Il marchio "TuttoInTasca", presto sarà probabilmente registrato anche per Vodafone e l' idea di Roberto rimarrà nell'ombra non potendo promuoverlo per non incorrere nell'abuso, proprio quello per cui aveva inutilmente chiesto tutela. Il Golia Olandese sconfigge il Davide Italiano, senza neppure giocare la partita. Questa è dunque la morale dell'Europa unita, in cui una multinazionale cancella le speranze di una startup. In altri campi, quelli verdi del calcio, almeno i fatti finirono diversamente, ricordando una storica partita di Euro 2000: Italia - Olanda, vinta dall'Italia ai rigori dopo i supplementari. L'opuscolo "Tutto In Tasca" registrato per primo, comunque continuerà la sua divulgazione e chissà che non si possa giocare un'altra partita magari in campo neutro, in Spagna, dove ha sede l'OAMI (ufficio per l'armonizzazione del mercato interno) che tutela la proprietà intellettuale nell´Unione Europea. www.tuttointasca.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un piccolo marchio italiano si oppone ad un colosso multinazionale

MilanoToday è in caricamento