Un service per un anno

Per dodici mesi, il Rotary Club Milano Aquileia offre un aiuto concreto a 50 famiglie bisognose

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il 2020 sarà tristemente ricordato nei decenni a venire come l’anno della pandemia. E’ un anno difficile, funesto, che si lascerà alle spalle una cupa eredità. E che purtroppo avrà sicuramente uno strascico anche nella prima parte del 2021. Per cercare di alleviare un momento così critico, che incide notevolmente anche sull’economia delle famiglie, soprattutto quelle più disagiate, costrette a fronteggiare situazioni sempre più cruciali, il Rotary Club Milano Aquileia, nell’ottica di mettersi al servizio del prossimo ha varato il progetto “Sosteniamo 50 famiglie”, fortemente voluto da Filippo Gattuso, presidente del Club per l’anno 2020-21. Si tratta di un service orientato a supportare per un anno intero 50 famiglie bisognose, individuate grazie all’appoggio dell’Associazione Famiglia Martin, legata ad alcune parrocchie del territorio milanese. L’intenzione è di offrire un aiuto concreto, donando ogni mese ad ogni famiglia una scatola in cui si trovano soprattutto generi alimentari e prodotti essenziali per la cura della persona. Queste scatole, che hanno iniziato ad essere recapitate, non hanno certo l’ambizione di poter risolvere i problemi dei bilanci familiari messi in crisi dalle ripercussioni economiche e sociali dell’emergenza covid-19. Però rappresentano sicuramente uno spiraglio, un piccolo gesto d’amicizia e di conforto, che in un momento così complesso acquista un significato profondo. In ogni scatola ci sono generi alimentari di prima necessità, come pasta, riso, tonno, olio, biscotti, merendine, ma anche prodotti per l’igiene personale e parasanitari, come saponi, dentifrici, spazzolini, shampoo, biancheria essenziale, dai pigiami, alle tute, all’abbigliamento intimo, prodotti per l’igiene della casa e chiavette wi-fi con un certo numero di giga mensili inclusi. In ogni scatola, poi, c’è pure una piccola selezione di libri, dato che non bisogna mai dimenticare che l’istruzione e la cultura devono continuare ad avere una funzione rilevante anche in periodi come questo. Inoltre, per rendere questo aiuto ancor più efficace, il service messo a punto dal Rotary Club Milano Aquileia comprende sette borse di studio offerte dal Panathlon Club Milano, che si occupa di promuovere i valori dello sport, nonché un sostegno per la didattica a distanza. Determinante, per la buona riuscita del progetto è stata la partecipazione al service dei Rotary Club Milano Duomo e Milano Nord Est, che hanno contribuito donando 50 voucher che ciascuno dei due club ha acquistato attraverso il service distrettuale Sostegno alimentare. Si tratta di 50 buoni del valore di 25 euro che le famiglie potranno spendere presso una catena di supermercati. A testimoniare il desiderio di dar vita a un progetto sostenibile, le scatole destinate alle famiglie disagiate sono realizzate in cartone ecologico, fornite dall’International Paper Italia, multinazionale attiva nel settore del packaging, partner principale delll’iniziativa. Gli altri sponsor che hanno generosamente partecipato sono Banco BPM, Edizioni Falsopiano, Morellini Editore. L’iniziativa è un momento significativo delle attività del Rotary Club Milano Aquileia promosse durante il mandato presidenziale di Filippo Gattuso. Come spiega lui stesso, “sono molto soddisfatto di questa iniziativa, che ha coinvolto attivamente tutti i soci, il cui apporto è stato determinante. Tutti i soci del Club hanno aderito con grande entusiasmo al progetto, mettendo al servizio di questa iniziativa le proprie competenze e il proprio tempo. Grazie ai propri contatti, alle reti di conoscenze, e soprattutto alla voglia di fare, i soci sono riusciti a far crescere questo service, dando vita a una vera e propria gara di solidarietà. Per questo motivo, mi sento di ringraziare pubblicamente tutti i soci, che hanno dimostrato una gran voglia di fare, creando relazioni e suggerendo soluzioni per rendere ancor più efficace questo progetto. Inoltre mi piace sottolineare che grazie al supporto dei Club Milano Duomo e Milano Nord Est ha preso vita un vero e proprio service nel service”. Oltre a quest’aspetto, che mette in luce le potenzialità di collaborazione tra i vari club, il progetto si distingue per una visione ampia delle necessità della gente in un periodo come questo. “Questo service è stato concepito a 360 gradi”, spiega Gattuso. “Copre vari ambiti, e non riguarda solo la fornitura di prodotti alimentari o di altri generi di prima necessità, pure importantissimi. Nell’offrire un aiuto alle famiglie disagiate abbiamo pensato anche alla formazione in ambito culturale e sportivo, così sono stati donati anche dei pc e dei tablet, mentre il Panathlon Club ha messo a disposizione sette borse di studio per svolgere un corso di una disciplina sportiva a scelta”.

Torna su
MilanoToday è in caricamento