Eventi Castello

“We women through the looking glass” di Carla Sanguineti

Il Business Center Executive Service a Milano, dal 18 al 26 maggio, ospita la mostra dell’artista milanese. Un viaggio tra emozioni, sentimenti e volti di donne

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

"We Women Through The Looking Glass" è il titolo della mostra che l'artista Carla Sanguineti presenta nelle sale di Executive Service, in via Vincenzo Monti 8 a Milano, da giovedì 18 maggio a venerdì 26 maggio 2017. Carla Sanguineti, studiosa di letteratura e esploratrice di linguaggi artistici caratterizzati da originalità per gli accostamenti polimaterici, da vent'anni viaggia incessantemente tra Genova e Milano, dove trova nuovi interlocutori e inediti spazi di incontro. Nelle sale del business centre milanese saranno esposti i suoi lavori più significativi: installazioni, specchi e fotografie, frutto della ricerca che l'artista ha compiuto sul rapporto immagine-parola. Sanguineti ha scelto come 'medium' lo specchio che diventa strumento per raccontare un mondo di donne. "Le sue femmine allo specchio affrontano se stesse temerarie, raccontando storie di ordinaria espiazione, di rapporti dolorosi, sudditanze inique, desideri consolatori, relazioni moleste, acuite da un cortocircuito naturale fra bellezza e tragedia, candore e castigo. Nell'ampia genealogia di donne che fronteggiano il loro riverbero, manifestando indoli inquiete, lati oscuri, graffi sul cuore, ombre della mente, affiora allora la prima vestale di questo popolo di signore svelate" afferma la critica d'arte Chiara Gatti. "Le donne di Carla, madri e bambine, sono donne di terra, d'acqua e di vento, sono archetipi universali. Esistite ieri, oggi e domani; sono donne splendide e tragiche, capaci di tutto, di amare e di odiare. Di generare e uccidere. Donne volitive, energiche, fragili e feroci, dark lady in potenza che, nelle immagini di questa artista altrettanto delicata e spietata, si manifestano attraverso il proprio doppio, la propria immagine riflessa. Occhi negli occhi, guardano in faccia il loro destino". Lo specchio diventa alibi per sondare i meandri della coscienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“We women through the looking glass” di Carla Sanguineti

MilanoToday è in caricamento