"Abuso d'ufficio": chiesto il processo per Sala

La procura generale ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco. Lui: "Nessuna novità"

Processo in vista per il sindaco di Milano, Beppe Sala. Martedì pomeriggio, infatti, la procura generale ha chiesto il rinvio a giudizio per il primo cittadino, per il suo ruolo di ex ad di Expo, con l'accusa di abuso d'ufficio

Il nuovo reato era stato ipotizzato a dicembre scorso nell'inchiesta sulla Piastra dei Servizi dell'Esposizione universale 2015 e il sindaco, in concorso con l'ex manager Angelo Paris, avrebbe - secondo l'accusa - affidato direttamente alla Mantovani spa la fornitura di seimila alberi per l'evento senza passare da una regolare gala d'appalto. 

Sala e Paris - aveva scritto la procura generale nell'atto di chiusura delle indagini - avrebbero causato un "danno di particolare gravità" a Expo con l'affidamento diretto alla Mantovani anche perché secondo la pubblica accusa mancava il requisito dell'urgenza per l'assegnazione dell'appalto senza gara.

Stando a quanto ricostruito dai magistrati, Expo avrebbe riconosciuto all'impresa un importo di 4,3 milioni di euro, quando "invece l'effettivo valore" di quella fornitura "era di gran lunga inferiore", tanto che - la teoria della procura - il subappalto assegnato dalla Mantovani "all'Ati Zelari-Euroambiente aveva un costo inferiore a 1,7 milioni".

Proprio la procura generale ha avanzato la richiesta di processo al gup Giovanna Campanile e le difese sono ora in attesa dell'atto con cui si fissa anche l'udienza preliminare per questa nuova contestazione, che è la seconda accusa per il sindaco.

Sala, infatti, deve già rispondere dell'ipotesi di reato di "falso" - per la quale lui stesso ha chiesto il processo immediato - perché avrebbe, stando agli inquirenti, retrodatato due verbali di nomina della commissione incaricata di esaminare la gara sulla Piastra. Per lo stesso primo cittadino, invece, la procura ha già chiesto l'archiviazione per l'accusa di turbativa d'astaa seguito della quale - a dicembre  2016 - il sindaco si era autosospeso dalla sua carica

"Non c'è nessuna novità - è stata l'amara replica di Sala alla notizia del nuovo, imminente, processo - e non è nuovo neanche il metodo. Come sempre, rispetto istituzionale poco: queste cose si hanno dai media. Ma certo non è cosa inattesa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento