Mercoledì, 16 Giugno 2021
MilanoToday

“La filarmonica della Scala incontra la città”: bilancio positivo per le prove aperte a sostegno del non profit milanese

La sesta edizione, dall’11 gennaio al 24 maggio 2015, ha raccolto oltre 126.000 euro per l’assistenza alla disabilità, registrando circa 10.000 presenze

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

La sesta edizione, dall'11 gennaio al 24 maggio 2015, ha raccolto oltre 126.000 euro
per l'assistenza alla disabilità, registrando circa 10.000 presenze

Milano, 9 luglio 2015 - È di oltre 126.000 euro complessivi il ricavato della sesta edizione del ciclo di Prove Aperte della Filarmonica della Scala destinato a quattro Onlus milanesi che si occupano di assistenza alla disabilità. Questa mattina, nel corso di una breve cerimonia presso l'Aula magna di UniCredit, Ernesto Schiavi, direttore artistico della Filarmonica della Scala, Maurizio Carrara, presidente di UniCredit Foundation, e Carla Mainoldi, Head of Group Giving, Events & Art Management di UniCredit, hanno simbolicamente consegnato un assegno ai rappresentanti delle quattro organizzazioni beneficiarie, UILDM Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare - Sezione Milano, HANDICAP...su la testa!, Associazione iSemprevivi+onlus, Progetto Itaca, concludendo ufficialmente il ciclo Prove Aperte 2015.

"La Filarmonica della Scala incontra la città" è il ciclo di prove aperte benefiche che l'Orchestra realizza, con la collaborazione del Comune di Milano, del Main Partner UniCredit e con il sostegno di UniCredit Foundation. L'iniziativa gode inoltre del Patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano.

L'edizione 2015 ha registrato il tutto esaurito per ognuna delle cinque serate in programma, compresa quella inaugurale gratuita, con un totale di 9.656 spettatori. L'incasso medio netto delle serate è stato di 31.300 euro, con un leggero incremento rispetto all'anno precedente in cui si era già registrato il tutto esaurito. Il pubblico delle Prove Aperte ha dimostrato un altissimo tasso di fidelizzazione: sono stati infatti 1.127 i carnet acquistati per i quattro appuntamenti benefici consentendo di coprire già in partenza il 58% della capienza del Teatro.
Le quattro Associazioni beneficiarie destineranno i proventi dell'iniziativa a progetti specifici concordati al momento dell'adesione (vedi Scheda progetti 2015 in allegato).

Grazie alla generosità di solisti, direttori e professori d'Orchestra, alla partecipazione della città e all'intervento di UniCredit Foundation, che copre i costi di produzione permettendo di devolvere interamente l'incasso, in sei anni di Prove Aperte è stato possibile raccogliere oltre 700.000 euro da devolvere al non profit ambrosiano.

Hanno aderito all'iniziativa 2015 i Maestri Fabio Luisi, con il concerto dell'11 gennaio a favore di UILDM Milano; Christoph Eschenbach con il concerto del 1° marzo a favore di Handicap… su la testa!; Riccardo Chailly, impegnato nel concerto del 16 maggio a favore de iSemprevivi+onlus; Marc Albrecht, che ha condotto la prova del 24 maggio a favore di Progetto Itaca.
Le Prove Aperte costituiscono un'occasione straordinaria di accesso alla Scala a prezzi contenuti (biglietti da € 5 a € 35) per un pubblico ampio di appassionati di musica, cui sono state destinate le introduzioni all'ascolto tenute dai critici musicali Enrico Parola e Gian Mario Benzing. Un impegno di avvicinamento della musica a un pubblico diversificato fortemente condiviso dall'Orchestra e da UniCredit.

Il coordinamento generale del progetto è stato affidato ad Aragorn; un ringraziamento particolare va ai media partner Corriere della Sera/ViviMilano e Radio Popolare e al Teatro alla Scala, la cui collaborazione ha reso possibile l'iniziativa.

UILDM Milano - Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare Sezione di Milano
Siamo molto soddisfatti dell'attenzione che un'iniziativa di così alto profilo come le Prove Aperte ha rivolto al nostro impegno sociale nell'ambito del territorio di Milano e provincia. Siamo inoltre profondamente grati a UniCredit e a UniCredit Foundation che lo hanno reso possibile insieme alla Filarmonica e al Maestro Luisi. Il ricavato della serata a noi dedicata, infatti, ci consente di destinare un contributo ragguardevole a "Compagni di banco", il nostro servizio di sostegno scolastico pomeridiano per 15 studenti nostri soci affetti da problematiche motorie gravi che non hanno la possibilità di svolgere i compiti a casa. Grazia infine anche ai nostri soci e amici che l'11 gennaio hanno gremito il Teatro alla Scala aiutandoci a raggiungere questo grande risultato.
Riccardo Rutigliano, Presidente

HANDICAP… SU LA TESTA!
La partecipazione alle Prove Aperte per noi è stato un momento da ricordare e incorniciare. Le relazioni instaurate, le persone conosciute, il duro lavoro, l'incontro con questa splendida storica cornice teatrale milanese, il ringraziamento al maestro, le emozioni vissute durante la nostra riuscitissima serata. Tutto questo resterà indimenticabile per i nostri soci e per le centinaia di persone a noi vicine, per i nostri ragazzi con disabilità, le loro famiglie, i tantissimi volontari e i donatori. Il ricavato della serata poi ci consente di affrontare le spese di un intero anno del nostro centro ricreativo, in cui decine di disabili e volontari si incontrano ogni giorno per condividere un rapporto di amicizia autentica. Le Prove Aperte sono un esempio per chi crede che l'economia, la cultura, la musica e la solidarietà si possono incontrare sul serio e collaborare.
Tommaso Gaudin Lombardo, Presidente

ASSOCIAZIONE ISEMPREVIVI+ONLUS
Le Prove Aperte sono state per iSemprevivi onlus una grande esperienza, che ci ha consentito di testimoniare alla città il nostro sostegno a fianco di chi soffre di disagio mentale. Ma ci ha permesso di scoprire anche quanto è grande la solidarietà dei Milanesi e degli sponsor, che hanno risposto in maniera entusiasta all'iniziativa, fornendo un contributo importante per le nostre attività di riabilitazione psicologica e di inclusione sociale. I fondi raccolti verranno destinati al "Progetto Casa", che offre alle persone che soffrono di disagio psichico di vivere in autonomia, in un contesto abitativo e sociale dignitoso, ricco di relazioni umane e supportato da psicologi e volontari. Tutto ciò rappresenta la prima tappa di un progetto che ha come obiettivo l'autonomia della persona.
don Domenico Storri, Presidente

PROGETTO ITACA - Associazione Volontari per la Salute Mentale onlus
È stato per noi un piacere partecipare a questo ciclo di Prove Aperte, un onore poter essere tra le Associazioni beneficiarie di un evento che fa onore alla città di Milano.
Il successo della serata ci ha consentito di ricevere un ricavato al di sopra delle aspettative che ci permetterà di finanziare Job Station, il Centro di Telelavoro Assistito che offre a persone con invalidità psichica l'opportunità di essere inserite nel mondo del lavoro, trasformando così storie di disagio, da peso in risorsa per le aziende.
Ughetta Radice Fossati, Segretario Generale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La filarmonica della Scala incontra la città”: bilancio positivo per le prove aperte a sostegno del non profit milanese

MilanoToday è in caricamento