rotate-mobile
Green

Dal doposcuola all'escape room sulla sostenibilità: 4 iniziative pronte a diventare realtà

Al via la campagna di crowdfunding dei progetti promossi dal programma di finanza alternativa dell'Università degli studi di Milano-Bicocca

Trasformare un’idea in un’attività concreta grazie al contributo di chi crede nel progetto: sono partite le campagne di raccolta fondi dei quattro team selezionati nell’ambito del programma Bicocca università del crowdfunding. Chiunque potrà sostenere i progetti con una donazione attraverso Produzioni dal basso, la prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. 

L'ABC del quartiere               

Il nome del progetto, presentato da un team tutto al femminile, è una perfetta sintesi del suo obiettivo: realizzare un’attività di doposcuola in zona San Siro a Milano con l’intento di aiutare bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni nello studio e favorire la coesione sociale nel quartiere. Ma il titolo contiene anche un riferimento al mezzo scelto per realizzare le attività: la bicicletta. “L’ABC del quartiere è un progetto di rigenerazione sociale urbana che nasce a partire dalle risorse già presenti sul territorio di San Siro”, spiega la team leader Rebecca Coacci, ex studentessa di Milano-Bicocca. “Vogliamo valorizzare la dimensione del cortile come spazio di socializzazione: è un luogo che quotidianamente genera un forte senso di appartenenza e una comunità di vicinato molto coesa”, prosegue. Le attività proposte dagli educatori e dalle educatrici, a bordo della bici cargo, raggiungeranno i bambini che, come emerso dall’analisi del contesto, non hanno la possibilità di frequentare un doposcuola.

The Green Escape

Un forte legame con il territorio e con le attività destinate a bambini e ragazzi caratterizzano anche l’escape room dedicata al tema della sostenibilità, che sorgerà nella zona nord di Milano. Un modo per coinvolgere e trasmettere conoscenze ai giovanissimi frequentatori perché diventino testimonial in famiglia di buone pratiche. “La crisi climatica è la sfida da vincere ed è fondamentale che le nuove generazioni siano pronte a mettersi in gioco”, osserva Riccardo Lucentini, ex studente dell’ateneo e leader del team di ex studenti del master in Comunicazione della Scienza in Bicocca. “Con The Green Escape vogliamo diffondere la cultura della sostenibilità a ragazzi e ragazze tra i 9 e 12 anni. Lo faremo con un’escape room, un’avventura dove i partecipanti impareranno, giocando”.

PoreUp

Un doppio contributo alla sostenibilità ambientale con un solo progetto. Si tratta di PoreUp, che punta non solo a ridurre i rifiuti attraverso il riutilizzo della plastica, ma lancia una sfida ancora più ambiziosa: ricavarne un materiale nano-poroso in grado di purificare i gas di scarico industriali dall’anidride carbonica.  “L’idea si basa sulla possibilità di trasformare diversi tipi di materie plastiche in materiali ad alta tecnologia contenenti delle cavità di dimensioni piccolissime, capaci di intrappolare al loro interno l’anidride carbonica”, spiega il team leader Jacopo Perego, giovane assegnista di ricerca in Scienza dei materiali. Il progetto PoreUp è sviluppato da un team internazionale di giovani ricercatori, dottorandi e laureati in Scienza dei materiali presso l’Università degli studi di Milano-Bicocca.

Truciolo - Energia eco-sostenibile dagli alberi

Tracciare la storia del materiale legnoso valorizzato nelle centrali a biomasse e mettere a disposizione dati certificati e non alterabili. È l’obiettivo del progetto Truciolo che fa riferimento sia al materiale tracciato – i trucioli del legno – sia al termine inglese true. “Realizzeremo una blockchain che consenta di memorizzare in maniera sicura e inalterabile informazioni relative alla provenienza e alla tipologia di materiale legnoso da utilizzare in centrali a biomassa”, racconta Alberto Leporati, professore di informatica dell’Università di Milano-Bicocca. “Queste informazioni saranno consultabili da tutti, tramite un sito web, usando il proprio PC, tablet o smartphone. Sarà così possibile verificare che il materiale legnoso utilizzato arrivi da fonti legittime, non contenga contaminanti e sia stato lavorato correttamente”, conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal doposcuola all'escape room sulla sostenibilità: 4 iniziative pronte a diventare realtà

MilanoToday è in caricamento