rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Green Vimodrone

Morto il cervo recuperato nel Milanese: "Troppo stress"

L'animale era stato portato al centro di recupero per la fauna selvatica di Vanzago, ma non si è mai più ripreso

Non ce l'ha fatta il cervo che lunedì era stato recuperato dopo una lunga fuga nel Milanese. L'animale era stato portato al centro per il recupero della fauna selvatica di Vanzago (Milano) ma purtroppo non si è ripreso dallo shock.

"Il cervo è arrivato da noi lunedì tardo pomeriggio e purtroppo non si è mai alzato, morendo poche ore dopo - ci scrivono dal Cras -. Gli ungulati soffrono molto lo stress, quindi è probabile che la cattura e il trasporto gli siano stati fatali". 

Il cervo - un esemplare di circa 200 chili - lunedì era stato avvistato inizialmente a Brugherio, dove alcuni passanti avevano allertato la polizia locale. La sua corsa era poi continuata verso la Martesana, toccando Cassina de Pecchi, Pioltello - dove era anche rimasto in trappola nel giardino di un condominio -, Cernusco e Vimodrone.

Durante la fuga, il cervo era entrato anche nel Naviglio e per il suo recupero erano stati allertati i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano. Le squadre di soccorso, però, non erano più partite perché il cervo era riuscito a uscire da solo dall'acqua, anche se ferendosi.

Alla fine l'animale era  stato contenuto all'interno del cortile della ditta Ocè sulla Strada Padana a Cernusco, dove erano intervenuto il Nucleo ittico venatorio della città metropolitana di Milano per sedarlo e metterlo in sicurezza. In seguito il maestoso cervo era stato trasportato al Cras dove però, appunto, non si è mai ripreso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto il cervo recuperato nel Milanese: "Troppo stress"

MilanoToday è in caricamento