menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'auto elettrica di E-Vai

Un'auto elettrica di E-Vai

Car sharing, 24 mila noleggi all'anno per quello elettrico

E-Vai riscuote sempre più successo: oltre due terzi della flotta è composto da auto elettriche, per una durata media di noleggio di tre ore

Non solo Car2go, non solo Enjoy, non solo Twist. Il car sharing a Milano parla anche elettrico, grazie a "E-Vai", il servizio diffuso su base regionale e integrato con il servizio ferroviario. Un servizio il cui parco auto - oltre 100 vetture - è composto per più di due terzi da veicoli elettrici, dalla Fiat Panda alla nuova Renault Zoe, passando per la Peugeot iOn, la Mitsubishi I-Miev e la Citroen C-Zero. Gli altri veicoli (non elettrici) sono la Fiat Punto Evo Bifuel, la Fiat 500 TwinAir, la Fiat Panda TwinAir e la Citroen C3 Bifuel.

Sono circa 2 mila al mese i noleggi, per utilizzi di tre ore ciascuno in media, anche grazie al costo contenuto: per un'auto elettrica, 5 euro all'ora tutto compreso, a prescindere dai chilometri effettuati. Dal 2010 (anno di apertura del servizio), con E-Vai si sono risparmiate circa 75 tonnellate di anidride carbonica.

Il servizio è aperto sia ai privati sia alle aziende, che possono "costruire" un vero e proprio car sharing aziendale.

Il servizio E-Vai è diffuso in 70 postazioni in più di 20 località, tra cui nodi strategici come gli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio al Serio, oltre a ospedali, università e la Fiera di Rho. Oltre all'ingresso gratis in Area C e ai parcheggi liberi nelle strisce blu e gialle, per il momento possono anche circolare (come GuidaMi ma non i car sharing privati) anche nelle corsie preferenziali e Ztl. Anche se il comune di Milano ha recentemente stabilito di togliere questa possibilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento