Sulle nuove Car2go impossibile distinguere l'area con parcheggio sovrapprezzo

Ed è anche stata eliminata la funzionalità con cui si poteva telefonare al servizio clienti direttamente premendo un tasto sul touch della consolle centrale

Il nuovo navigatore Car2go: non si distingue la zona con sovrapprezzo (a destra della freccia)

I milanesi hanno notato che, ultimamente, la città si è riempita delle nuove Smart di Car2go. L'azienda di car sharing (controllata da Mercedes Benz) ha sostituito moltissime Smart "vecchie" con il nuovo modello della "2 posti", ed ha anche introdotto alcune Smart ForFour, ovvero 4 porte e 4 posti. Recentemente, tra l'altro, Car2go ha introdotto il divieto di viaggiare con le sue Smart in Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Le auto sono decisamente meno spartane e più comode della versione precedente. Inoltre, essendo nuove di zecca, saranno certamente più gradite agli utenti del car sharing. Ma un primo utilizzo di pochi minuti ha fatto sorgere ben due perplessità, che da un'azienda del blasone di Mercedes non ci si aspettava.

La prima perplessità sta nel fatto che, ora, non è più possibile telefonare al call center direttamente dal display multifunzione nella plancia centrale della vettura. Prima bastava premere un tasto per avviare la telefonata in viva voce. Ora, invece, occorre prendere in mano lo smartphone, entrare nell'applicazione di Car2go e - tramite un tasto - telefonare da lì. E poi utilizzare il viva voce dello smartphone, sempre che non si abbia a disposizione un auricolare bluetooth o che non si voglia violare il codice della strada. E' ancora presente, nel display, un'icona raffigurante la cornetta telefonica: ma serve per collegare il proprio smartphone al sistema multimediale via bluetooth. Un'opzione che riteniamo ben pochi useranno.

La seconda perplessità è legata alla tariffazione maggiorata se si lascia una Smart Car2go fuori da una certa area, interna a quella operativa ma periferica. Si tratta di 4,90 euro aggiuntivi oltre al costo del noleggio. Una tariffazione già in vigore da oltre un anno: ma nelle vecchie Smart, sul navigatore (costantemente attivo in automatico durante la marcia) si poteva visualizzare chiaramente il confine tra l'area in cui parcheggiando non si pagano 4,90 euro in più e quella in cui si pagano: c'è un colore diverso.

Nel nuovo navigatore multimediale, invece, come si può evincere dalla fotografia che pubblichiamo, non è più possibile capire se ci si trova "di qua" o "di là". Abbiamo effettuato la fotografia in una strada milanese "di confine", via Filippo Tajani, e non c'è né "una linea" né un colore diverso. Guarda caso, il sito web pubblicizza le nuove Smart come "smartphone based", ed in effetti nell'app dello smartphone è rimasto il colore differente. Ci chiediamo se gli ingegneri di Car2go ritengono che l'utente debba tenere in mano il cellulare per guardare l'app mentre guida. Sarebbe una violazione del codice della strada.

Abbiamo telefonato al servizio clienti (accessibile appunto solo via app). Alla domanda sull'assenza del colore diverso nel navigatore tra zona in cui si paga il sovrapprezzo e zona in cui non lo si paga, ci è stato testualmente risposto: «Non ho capito la domanda». Alla domanda sull'impossibilità di contattare il medesimo servizio clienti direttamente dalla consolle multimediale, la risposta è stata che «sulle nuove auto questa opportunità non è prevista».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento