Venerdì, 17 Settembre 2021
mobilità

Mobilità e trasporti, Milano nella top ten mondiale: ecco i risultati

Il rapporto McKinsey colloca l'area metropolitana di Milano al decimo posto nel mondo. Prima è Singapore

Repertorio

Milano è tra le migliori città del mondo per mobilità e trasporti. Lo si evince da un report di McKinsey sull'argomento che prende in esame sia dati oggettivi sia la percezione di qualità da parte di chi utilizza le infrastrutture urbane di trasporto (pubblico o privato che sia) in 24 città del mondo. L'area metropolitana di Milano (3,2 milioni di abitanti), presa nel suo complesso, si classifica al decimo posto.

Svetta, al primo posto, Singapore. Seguono Parigi, Hong Kong, Londra e Madrid. Poi Mosca, Chicago, Seoul, New York e appunto Milano. Particolarmente rilevante la posizione di Milano per la mobilità condivisa (secondo posto), servizi per i pendolari (secondo posto), efficienza dei trasporti privati (quarto posto), efficienza dei trasporti pubblici (sesto posto), convenienza economica dei trasporti pubblici (ottavo posto). Milano arriva nona per connessioni con l'esterno e decima per la comodità dei mezzi.

I punti di forza di Milano

Ma quali sono i punti qualificanti di Milano che le permettono queste posizioni? Anzitutto il bike e car sharing: 3 mila auto condivise di cui quasi il 30% elettriche, 4.650 bici condivise di cui mille elettriche, 12 mila biciclette condivise in flusso libero e 100 scooter elettrici. Un'offerta notevole che si traduce, per gli intervistati, nella decisione di abbandonare l'auto privata: lo ha fatto il 12% e un altro 8% pensa di farlo in futuro.

E' apprezzato, almeno secondo McKinsey, il trasporto ferroviario e metropolitano, che raggiunge il 75% dei posti di lavoro e il 54% della popolazione. I numeri sono noti: cinque metrò (di cui una ancora in costruzione), 12 linee ferroviarie suburbane per un milione di passeggeri al giorno in totale.

Area C ha consentito di ridurre il traffico del 33% corrispondente a 40 mila auto al giorno in meno nel primo mese di attivazione, nel 2012. A lungo termine l'effetto è sceso mantenendosi però su circa il 28% di riduzione di auto e traffico. Infine i milanesi percepiscono con favore il trasporto sostenibile, composto sia dalla mobilità in sharing sia dalle piste ciclabili e dai percorsi pedonali. In particolare, dal 2011 la città di Milano vanta 70 chilometri di piste ciclabili in più, in crescita (nel 2024 ci saranno altri 250 chilometri).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità e trasporti, Milano nella top ten mondiale: ecco i risultati

MilanoToday è in caricamento