mobilità

"Caccia alla bici": il bike sharing di Milano per l'educazione stradale

L'iniziativa nelle strade di Milano e poi su Facebook, promossa dall'associazione Motomorphosis

Le quattro bici col logo

Dal 20 luglio al 3 agosto, quaranta biciclette del BikeMi (il bike sharing del comune di Milano) saranno protagoniste di una "caccia alla bici" promossa da Motomorphosis (associazione culturale senza scopo di lucro) per l'educazione stradale. Le 40 biciclette saranno personalizzate con i loghi dei quattro partner (Motomorphosis, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Eicma e La Triennale): bisognerà trovare quattro biciclette, ciascuna con un logo diverso, fotografarle e postare un collage che le ritragga tutt'e quattro sulla pagina Facebook di Motomorphosis utilizzando l'hashtag #GuardiAMOci. 

I dieci più veloci avranno la possibilità di essere ospitati all’Eicma e di partecipare alla serata vip che si terrà il 9 novembre a La Triennale di Milano. In questa occasione verranno battute all’asta alcune Motoparade (emblema dell’Associazione) dipinte da famosi artisti internazionali e il ricavato utilizzato per sostenere i progetti di Motomorphosis e di altre onlus con cui l’associazione collabora.

“L’obiettivo di Motomorphosis è sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare i giovani, a essere più educati nel condividere la strada” afferma Andrea C.C. Ducati, presidente dell’associazione. “Per raggiungere il nostro scopo li coinvolgiamo in modo divertente e facciamo formazione nelle scuole (grazie al percorso studiato e organizzato insieme a Regione Lombardia che partirà in autunno) utilizzando arte e creatività”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caccia alla bici": il bike sharing di Milano per l'educazione stradale

MilanoToday è in caricamento